Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE.
Login

Il lungo e faticoso periodo di lockdown che abbiamo vissuto ha avuto un merito indiscusso: quello di farci riconsiderare i temi ambientali in termini complessivi, dandogli nuova concretezza.
climatechange2Come testimoniato dall’effetto immediato che si è avuto sull’intero ecosistema quando le attività umane sono rallentate a causa della pandemia, infatti, non c’è dubbio che sia il nostro stesso sistema di sviluppo economico a dover essere riconsiderato, perché gli effetti del cambiamento climatico sono innegabili.

In forza di queste considerazioni, il gruppo ISO di coordinamento sui cambiamenti climatici - Climate Change Coordination Task Force (CCC TF7) – ha recentemente lavorato a una nuova linea guida, rivolta a tutti coloro che operano nella normazione, con l’obiettivo di mantenere la questione del cambiamento climatico al centro di tutte le attività normative.
Il documento che ne è scaturito è la ISO Guide 84 "Guidelines for addressing climate change in standards", che fornisce un approccio sistematico al tema e dà informazioni utili per aiutare chi scrive le norme a considerare l’impatto dei cambiamenti climatici, cogliendone rischi, opportunità e implicazioni.

L'ISO/TMBG/TF 7 è una task force strategica del Technical Management Board dell’ISO ed è guidato da Nick Blyth, esperto di temi ambientali nonché membro dell’Institute of Environmental Management and Assessment (IEMA).
E' importante sottolineare” – spiega Blyth – “che la ISO Guide 84 può aiutare ad aumentare la consapevolezza e la comprensione di questi temi nell'intera comunità della normazione tecnica, e non solo di coloro che sono coinvolti nello sviluppo di standard sullo sviluppo sostenibile”.
In pratica l’approccio proposto con la ISO Guide 84 aiuta tutte le organizzazioni a costruire la resilienza e la preparazione agli impatti climatici delle proprie attività, così come ad affrontare i rischi e le opportunità dettati dalle basse emissioni di carbonio. “Inoltre”, aggiunge Nick Blyth, “la Guida ISO incoraggia la revisione delle norme esistenti, qualora queste non tenessero ancora in debita considerazione le questioni climatiche”.

Questo significa dare un forte impulso alla sostenibilità. In questo senso, la ISO Guide 84 si lega strettamente alla recente ISO Guide 82 “Guidelines for addressing sustainability in standards”, oltre che agli Obiettivi ONU di sviluppo sostenibile.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.