Stampa 

Viene pubblicata venerdì 26 giugno la Prassi di Riferimento UNI/PdR 86:2020 "Linee guida per l'applicazione della UNI EN 16636 'Servizi di gestione e controllo delle infestazioni (pest management) - Requisiti e competenze' e definizione dei requisiti formativi per gli operatori del servizio di pest management e relativi metodi di valutazione di conformità".
aidpi logoIl documento, frutto della collaborazione tra UNI e l'Associazione Imprese di Disinfestazione Professionali Italiane (A.I.D.P.I.) è stato elaborato dal Tavolo "Pest management".

La Prassi di Riferimento definisce delle linee guida per l'applicazione della norma UNI EN 16636, approfondendo i processi di erogazione del servizio di pest management, con relative procedure e modulistica, unitamente a una definizione dei ruoli operativi del personale tecnico, dalla formazione permanente all'avviamento per le nuove assunzioni, fino alla individuazione delle competenze del Disinfestatore Professionale Formato come individuato dal Regolamento CEE 528/2012.

AIDPI ha lo scopo di rappresentare le Imprese di Disinfestazione e Derattizzazione operanti in Italia nei confronti della Pubblica Amministrazione, delle Istituzioni pubbliche e private presenti nel campo dell'Igiene Ambientale, sia a livello Nazionale che locale, con particolare riferimento agli Organi Governativi e Regionali della Sanità Pubblica. L'associazione promuove quindi lo sviluppo della professionalità delle imprese operanti nel settore del Pest Management, fondata sulla competenza ed esperienza operativa degli operatori, sul valore aggiunto costituito dalla qualità del servizio fornito e sulla affidabilità contrattuale delle imprese, assicurando all’utenza una garanzia di comportamento delle imprese associate, di rispetto normativo e di sicurezza sul lavoro, di attenzione e di orientamento al rispetto della salute delle persone, degli animali, delle cose e dell’ambiente.

Si ricorda che le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche o modelli applicativi settoriali di norme tecniche, elaborati sulla base di un rapido (al massimo otto mesi dall’approvazione della richiesta) processo di condivisione ristretta ai soli autori, verificata l’assenza di norme o progetti di norma allo studio sullo stesso argomento. Esse costituiscono una tipologia di documento para-normativo nazionale che va nella direzione auspicata di trasferimento dell’innovazione e di preparazione dei contesti di sviluppo per le future attività di normazione, fornendo una risposta tempestiva ai mercati in cambiamento.

La prassi di riferimento è scaricabile gratuitamente dal Catalogo online, da venerdì 26 giugno (vd. Le prassi pubblicate).

Per informazioni:
Divisione Innovazione
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.