Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE.
Login

s calzolari 01Dopo quasi 30 anni un italiano alla guida della normazione tecnica europea: Stefano Calzolari è stato eletto Presidente del CEN European Committee for Standardization per il triennio 2022-2024 durante l’Assemblea Generale che si è tenuta in modalità di lavoro remoto il 18 giugno (ma già da gennaio 2021 affiancherà come President Elect il presidente uscente Vincent Laflèche).

Stefano Calzolari è un ingegnere civile con significativa esperienza nella normazione: sia a livello puramente tecnico (dal 1999 al 2012 nei comitati europei CEN/TC 53 "Temporary works equipment" e CEN/TC 344 "Steel static storage systems" di cui è anche stato Presidente), sia di governance (dal 2017 è Vicepresidente UNI).
A queste competenze affianca un ottimo background nel campo della qualificazione e certificazione, applicate in particolare al campo delle professioni (dove ha fondato e presieduto l’Agenzia Nazionale per la Certificazione Volontaria delle Competenze CERT’ING).

intervista calzolari cenDa giovane ingegnere specializzato in strutture di acciaio, ho iniziato a lavorare nella normazione per conto della ACAI-Associazione Italiana dei Costruttori di Acciaio, con l’obiettivo di definire le prime norme europee sulle scaffalature industriali: un’esperienza che mi ha ben chiarito l’importanza del Nuovo Approccio UE e allo stesso tempo la difficoltà di applicarlo in alcuni ambiti, come i prodotti da costruzione” afferma Stefano Calzolari.
Ho imparato sulla mia pelle che il consenso (vera base della normazione!) è un esercizio difficile, che dà i migliori risultati solo quando chi lo esercita è conscio sia del proprio 'potere di ruolo' sia della necessità di servire i più alti principi e valori della società per prendersi cura del bene comune. CEN e CENELEC  giocano un ruolo chiave nella crescita dell’Europa e dell’Unione Europea e sono orgoglioso di poter fare anch’io la mia parte (grazie soprattutto all’appoggio strategico che ho ricevuto da UNI): credo nella visione e nella cultura europee e ritengo che la normazione - in quanto soft law - possa diventare sempre più importante per lo sviluppo armonioso del modello economico sociale europeo, per la competitività delle sue imprese e la vita dei suoi cittadini”.

L’esperienza professionale fa di lui il soggetto ideale per gestire aspetti tecnici, di strategia e di rapporto con le Istituzioni; è infatti un imprenditore (la sua azienda - una PMI - opera a livello internazionale nel settore dell’ingegneria strutturale) ma  è abituato a rappresentare interessi collettivi (già presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Milano, dal 2016 è componente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri) e ha significative esperienze di rapporto con la Pubblica Amministrazione (è stato fino al maggio 2020 componente della CTVIA-Commissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientale del Ministero dell’Ambiente).

Affiancandosi all’incisiva Vicepresidenza di Ruggero Lensi, con la Presidenza di Stefano Calzolari l’Italia conferma il suo impegno, a fianco degli altri Paesi Europei, per un forte sistema di standard che valorizzi e consolidi le specificità e i valori tecnici e umani del modello economico e sociale europeo e della sua filiera, sia nella libera circolazione nel mercato unico sia soprattutto nella competizione nel mercato globale” afferma il Presidente UNI Piero Torretta.

Auguriamo di tutto cuore che la presidenza del CEN sia per Calzolari un’esperienza incomparabile, nella quale possa travasare tutte le proprie competenze, conoscenze, abilità e sensibilità e dalla quale possa trarre grandi soddisfazioni personali, professionali e per l’intero sistema socioeconomico europeo.

Le responsabilità del Presidente CEN comprendono la presidenza del Consiglio di Amministrazione (composto anche da 3 Vicepresidenti e 9 rappresentanti dei 34 enti nazionali di normazione soci) e dell’Assemblea Generale. Partecipa al Presidential Committee CEN-CENELEC (composto oltre che dai 2 Presidenti, dal President Elect, dai 3 Vicepresidenti e dai Direttori Generali di ogni organizzazione) e al Joint Presidents’ Group CEN, CENELEC ed ETSI.
Inoltre, rappresenta il CEN verso le Istituzioni europee, le organizzazioni internazionali di normazione (ISO in particolare) e gli stakeholder di importanza strategica.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.