Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE.
Login

Chi le scrive?
Chi scrive le prassi di riferimento deve assicurare una rappresentatività ampiamente riconosciuta dal mercato: può essere per esempio un’entità pubblica o un’associazione di categoria. A essi si affiancano gli esperti del sistema UNI che possono portare esperienze specifiche da ambiti limitrofi già normati.

Come si fanno?
Il percorso di elaborazione delle prassi di riferimento è snello e veloce:

  1. INQUADRAMENTO
    • individuazione e raccolta delle esigenze nuove e innovative di mercati e soggetti interessati
    • verifica dell’esistenza di norme o progetti allo studio in sede di normazione nazionale, europea e internazionale
    • verifica dell’interesse a partecipare da parte di esperti del sistema UNI (commissioni tecniche, gruppi di lavoro, enti federati)
    • valutazione politico-strategica di fattibilità
  2. CONTRATTO
    • sottoscrizione di un accordo con il committente, che dettaglia gli elementi del progetto e gli aspetti economici
  3. AVVIO
    • annuncio della nuova attività para-normativa
    • raccolta di commenti, osservazioni, dichiarazioni di interesse
    • convocazione della riunione di insediamento del Tavolo
  4. ELABORAZIONE
    • discussione e stesura del testo del documento, guidati dalla segreteria UNI
  5. CONSULTAZIONE PUBBLICA
    • il testo viene sottoposto a una consultazione online per raccogliere i commenti del mercato e risolvere le eventuali criticità
  6. PUBBLICAZIONE
    • gli organi direttivi di UNI verificano la coerenza con il progetto iniziale, ratificano il documento e ne autorizzano la pubblicazione come prassi di riferimento, identificata dalla sigla UNI/PdR seguita da un numero progressivo
    • poiché l'elaborazione delle prassi di riferimento è finanziata, esse sono disponibili gratuitamente nel Catalogo UNI per permettere il trasferimento tecnologico, raccogliere input, fornire strumenti al mercato su temi innovativi.
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.