Stampa 

 Tre progetti di interesse della Commissione Gomma, adozioni di norme internazionali ISO, entrano oggi - 28 novembre - nella fase dell’inchiesta preliminare. C’è tempo sino al 12 dicembre 2016, data di fine inchiesta, per inviare eventuali commenti utilizzando le apposite pagine online sul sito internet (>> vai alla banca dati).

Il GL 01 ”Prove fisico-meccaniche” presenta due progetti. UNI1602529 “Gomma - Procedure generali per la preparazione e il condizionamento dei provini per metodi per prove fisiche” - che adotta la ISO 23529:2016 e va a sostituire la UNI ISO 23529:2011 - specifica le procedure generali per la preparazione, la misurazione, la marcatura, l’immagazzinamento e il condizionamento dei provini di gomma da utilizzare nelle prove fisiche specificate in altre norme internazionali e le condizioni da utilizzare di preferenza durante le prove. Specifica inoltre i requisiti per l’intervallo di tempo da osservare tra la formatura e le prove di provini e prodotti di gomma; tali requisiti sono necessari per ottenere risultati di prova riproducibili e per ridurre al minimo le divergenze tra cliente e fornitore.
Adotta la ISO 4666-3:2016 (e sostituisce la UNI ISO 4666-3:2011) il secondo progetto UNI1602532 “Gomma vulcanizzata - Determinazione dell’aumento di temperatura e della resistenza a fatica mediante prove con flessometri - Parte 3: Flessometro a compressione (tipo a deformazione costante)”. Esso specifica la prova con flessometro (noto come flessometro Goodrich) con ampiezza di deformazione costante per la determinazione dell’aumento di temperatura e della resistenza a fatica di gomme vulcanizzate. La norma fornisce direttive per effettuare delle misurazioni che permettono di fare previsioni sulla durabilità delle gomme nei prodotti finiti soggetti a flessioni dinamiche in esercizio, come pneumatici, cuscinetti, supporti, cinghie trapezoidali e guarnizioni ad anello di pulegge per cavi.

Di competenza del GL 06 “Caratterizzazione di elastomeri e ingredienti per mescole” il progetto UNI1602530 “Gomma naturale in balle - Quantità di rivestimento sulle balle - Determinazione” che specifica due metodi per la determinazione della quantità di rivestimento presente sui fogli di involto esterni delle balle di gomma naturale: il metodo mediante incenerimento e quello di spazzolatura e raschiatura (il metodo mediante incenerimento è il metodo preferito). Il progetto rappresenta l’adozione della ISO 1434:2016, che va a sostituire la norma UNI ISO 1434 del 2014.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.