Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE
Login

Pubblicata la Strategia 2030 CEN-CENELEC: il documento che traccia le linee di sviluppo delle attività di normazione europea nel prossimo decennio. Una guida e un riferimento per raggiungere obiettivi ambiziosi.

cen cenelec strategy2030 1000

Il mondo sta cambiando molto velocemente, anche sulla spinta dei più recenti mutamenti ambientali e sociali e delle sempre più pervasive innovazioni tecnologiche.
Questa rapida, e a volte imprevedibile, evoluzione degli scenari solleva una serie di incognite e, insieme, di sfide in molti settori. Tuttavia questi rapidi cambiamenti offrono anche enormi opportunità di crescita e di innovazione.

frase CEN strategy2030Con la nuova Strategia 2030, sviluppata attraverso un ampio processo consultivo a livello sia europeo che nazionale – e che ha visto UNI fortemente coinvolto - CEN e CENELEC raccolgono la sfida che il prossimo futuro ci presenta, a volte anche in maniera turbolenta come nel caso della attuale pandemia, e con il documento Strategy 2030 intendono fornire soluzioni di standardizzazione improntate a innovazione e flessibilità, a tutto vantaggio della resilienza socioeconomica dell'Europa nel suo complesso.

L'obiettivo? E' ambizioso, come le sfide che ci attendono: "costruire un'Europa più sicura, più sostenibile e competitiva".
E il mondo della normazione tecnica ha tutte le carte in regola per "giocarsi la partita". Come? Con il pieno coinvolgimento degli stakeholder, gli standard basati sul consenso generano fiducia, soddisfano i requisiti del mercato, consentono l'accesso alle migliori tecnologie e all'innovazione. Insomma, creano un'Europa migliore.

La Strategia 2030 stabilisce una serie di cinque obiettivi che guideranno le azioni del CEN e del CENELEC nel prossimo decennio:

  1. riconoscimento del valore strategico del sistema di normazione europeo da parte dell'Unione europea e dell'EFTA (Associazione europea di libero scambio);
  2. sviluppo di soluzioni digitali all'avanguardia;
  3. incremento della consapevolezza del ruolo di CEN e CENELEC - e quindi delle norme - come strumenti per la competitività delle imprese e il progresso sociale;
  4. riconoscimento del sistema CEN-CENELEC come punto di riferimento per tutta la standardizzazione in Europa
  5. rafforzamento della sua leadership e della sua autorevolezza anche a livello internazionale

La Strategia 2030 intende dunque fornire un quadro di riferimento per uno sviluppo solido, coerente, complementare della normazione europea nel suo complesso e attraverso le sue varie componenti nazionali, di cui UNI è uno degli elementi storicamente più propulsivi.

Il presidente del CEN, Vincent Laflèche, ha commentato: "La nostra strategia decennale 2030 è inquadrata sullo sfondo della doppia transizione: digitale e verde. Questo ci permetterà di sviluppare una normazione europea adatta alle sfide del XXI secolo e soprattutto pronta a sostenere una crescita radicalmente trasformativa per l'Europa”.

Sulla stessa linea il presidente del CENELEC, Dany Sturtewagen, che ha aggiunto: "Questa strategia è frutto di uno sforzo collettivo. Solo con il coinvolgimento attivo di tutta la nostra vasta e diversificata rete di Membri e di stakeholder possiamo raggiungere gli ambiziosi obiettivi identificati in questa Strategia 2030".
Un invito, pertanto, ad affrontare il decennio che ci attende con ottimismo e determinazione.

Ulteriori approfondimenti sulla Strategia CEN-CENELEC 2030 saranno disponibili sul numero di febbraio della rivista U&C, a cui il dossier è interamente dedicato.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.