Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE.
Login

CUNA propone l’adozione i 4 norme internazionali che riguardano l’identificazione in radio frequenza dei pneumatici e loro conformità. L’inchiesta preliminare scadrà il 4 dicembre.

pneumatico 1000
 

Si trovano in questi giorni nella fase dell’inchiesta pubblica preliminare 4 progetti di competenza dell’Ente federato CUNA, adozioni di norme internazionali ISO, di interesse del mercato nazionale dei produttori di pneumatici.

UNI1608915 “Dispositivi per l'identificazione in radio frequenza (RFID) dei penumatici” specifica i requisiti per utilizzare un dispositivo RFID al fine di identificare univocamente un penumatico. Vengono considerate tre tecnologie per dispositivi RFID: incorporamento, rattoppo, adesione. I dispositivi RFID possono essere usati per tutte le categorie dei pneumatici.

UNI1608916 “Codifica dei dispositivi per l'identificazione in radio frequenza (RFID) dei pneumatici” definisce i termini e le definizioni, i requisiti generali e la struttura dei dati per codificare i dispositivi in radio frequenza per l'identificazione (RFID) dei pneumatici.

UNI1608917 “Dispositivi per l'identificazione dei pneumatici in radio frequenza - Classificazione della metodologia di adesione al pneumatico” specifica la classificazione delle diverse tecnologie del dispositivo RFID per il pneumatico (incorporamento, rattoppo, adesione) per permettere la comprensione all'utilizzatore delle differenze, obiettivi, possibili applicazioni così come i loro limiti. Il progetto contiene una descrizione generica degli aspetti principali di ogni tecnologia e le raccomandazioni per marchiare. Esclude invece riferimenti ad argomenti inerenti la qualità di pneumatici e la sua validazione e riferimenti dettagliati al posizionamento nel caso di incorporamento, alle proprietà delle mescole della gomma, ai processi di produzione del pneumatico.

UNI1608918 “Metodologie di misura per la conformità dei penumatici aventi RFID” è utile per validare la conformità dei pneumatici alle specifiche minime di lettura riportate nella ISO 20909. Le due metodologie presentate forniscono risultati di misura confrontabili solo quando vengono utilizzati gli stessi parametri di radio frequenza e potenza energetica. A meno che diversamente specificato, le misure in questo documento devono essere applicate esclusivamente a penumatici individuali aventi RFID. Il progetto non prevede di fissare alcun requisito per controlli di qualità sulla produzione di massa, neanche sulla frequenza di misura.

I 4 progetti, che adottano rispettivamente ISO 20909:2019, ISO 20910:2019, ISO 20911:2020 e ISO 20912:2020, sono di interesse del mercato nazionale: la necessità sentita è quella infatti di mettere a disposizione dei costruttori di pneumatici sul territorio nazionale documenti allineati al catalogo ISO.

C'è tempo fino al 4 dicembre per farci sapere se:

  •  il mercato ha bisogno di queste norme
  • ci sono altri bisogni da soddisfare
  • ti interessa partecipare.

Lo sviluppo di uno standard deve avere luogo solo di fronte a un reale beneficio.
Per questo il tuo parere è importante: aspettiamo i tuoi commenti (>> vai alla banca dati).
Scopri come partecipare alle attività di normazione (>> vai alla sezione Associazione).

 


Data di scadenza dell’inchiesta pubblica preliminare: 4 dicembre 2020.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.