Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Implementare un modello ai sensi del D.LGS 231/2001 - Aspetti di audit tipici dei modelli 231 e attività dell'Organismo di Vigilanza

Il giorno 06 Dicembre 2017

Luogo: Milano Via Sannio, 2, 20137 Milano, Italia

Categorie: Legale/Amministrativo

Modulo di iscrizione on line

Quota di iscrizione: Socio UNI (effettivo): € 300,00 + IVA
Non socio/cliente: € 400,00 + IVA
La quota comprende:Documentazione didattica - Attestato di partecipazione - coffee break - light lunch
Modalità di iscrizione:Termini e condizioni

 

Il Decreto legislativo 231 del 2001 ha introdotto in Italia la responsabilità amministrativa delle imprese in sede “penale”, influendo molto anche sull’attività dei consulenti aziendali e dei membri di organi di controllo e vigilanza.

La normativa è in continua evoluzione e i rischi reato introdotti dal legislatore nel campo di applicazione del decreto in continuo aumento:

- da gennaio 2015 è stato inserito il reato di autoriciclaggio (art. 648.ter.1 c.p.)

- dal 29 maggio gli ecoreati, con la previsione di sanzioni molto pesanti

- dal 14 giugno 2015 introdotte importanti modifiche ai reati societari come le false comunicazioni sociali.

Inoltre sono ormai pienamente operative le nuove linee guida di Confindustria che richiedono modifiche dei modelli per i "gruppi di imprese", la gestione delle controllate o partecipate e un aggiornamento dei protocolli interni sulle deleghe e procure.

Alla luce di ciò, è necessaria un’adeguata formazione per garantire un servizio alle imprese di corretta implementazione di nuovi Modelli e aggiornamento continuo di quelli esistenti, oltre che per l’attività di auditing e di vigilanza da parte degli organi di controllo preposti.

Obiettivi

Il corso è volto a formare risorse in grado di implementare, verificare o vigilare su modelli di compliance in conformità al Decreto legislativo 231 del 2001, relativo alla responsabilità amministrativa delle imprese in sede penale.

Destinatari

Professionisti (avvocati, dottori commercialisti), consulenti (del lavoro, sicurezza, ambientali, organizzazione aziendale), valutatori (auditor ed esperti di sistemi di certificazione), responsabili e dipendenti aziendali (responsabili di azienda, direttori amministrativi, finanziari, responsabili ufficio legale, responsabili qualità, ambiente, sicurezza). Membri organismi di vigilanza.

Crediti Formativi

Il riconoscimento dei CFP è subordinato ad una frequenza del 100% delle ore totali.

Agli iscritti all’Ordine degli Ingegneri o al Collegio dei Periti Industriali che ne faranno richiesta, verranno rilasciati 7 CFP. Il superamento del test finale non comporta un ulteriore riconoscimento di crediti



2017-12-06 00:00:00
0000-00-00 01:00:00
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.