Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Sono ben 48 i progetti di norma che vengono sottoposti in questi giorni, sino al 24 settembre 2019, all’inchiesta pubblica preliminare, fase fondamentale del processo normativo. Numerosi i temi sui quali si intendono sviluppare i lavori. Aspettiamo i vostri commenti attraverso l'apposita sezione del sito (>> vai alla banca dati).

La Commissione Sicurezza della società e del cittadino propone l’adozione di 10 documenti ISO. I progetti riguardano la resilienza organizzativa (UNI1606300), i sistemi di gestione per la continuità operativa (UNI1606301, UNI1606302, UNI1606310, UNI1606311), la gestione delle emergenze (UNI1606307, UNI1606308, UNI1606309, UNI1606312) e i sistemi di gestione delle relazioni commerciali collaborative (UNI1606315).

Anche la Commissione Documentazione e informazione intende adottare una serie di norme internazionali. Gli 11 progetti trattano l’identificazione internazionale dei documenti di biblioteche (UNI1606752), la conservazione di immagini digitali (UNI1606754), il formato PDF e l’accessibilità dei documenti digitali (UNI1606814, UNI1606815, UNI1606816, UNI1606817), il linguaggio di marcatura per i piani strategici (UNI1606819), il formato PDF per la conservazione a lungo termine (UNI1606820, UNI1606821, UNI1606822) e il formato dei moduli XML (UNI1606823).

Per valutare e verificare la presenza di composti organici in materiali e oggetti da imballaggio stampati destinati a venire a contatto con gli alimenti, la Commissione Imballaggi propone il progetto UNI1606646.

6 progetti di norma di interesse della Commissione Trasmissioni oleoidrauliche e pneumatiche adottano norme ISO. I metodi descritti nei progetti, per il settore oleoidraulico, riguardano: la resistenza di un elemento filtrante idraulico alla fatica (UNI1606761), la codificazione del livello di contaminazione da particelle solide (UNI1606762), il conteggio automatico delle particelle per liquidi (UNI1606763), la valutazione delle prestazioni di separazione dell’acqua dei disidratatori (UNI1606765 e UNI1606767), la contaminazione da particelle solide del fluido (UNI1606766).

In tema di attrezzatura di infusione per uso medico, UNI1606643 (adozione ISO 15759:2005) specifica i requisiti per chiusure di plastica con setto a base elastomerica per recipienti fabbricati con un processo di estrusione/soffiaggio/riempimento (BSF). La competenza è della Commissione Tecnologie biomediche e diagnostiche.

La Commissione Servizi propone un progetto che stabilisce i termini, le definizioni e i requisiti del servizio per i fornitori di servizi di che eseguono ricerche di mercato, di opinione e sociali: il codice progetto è UNI1606721, adozione della ISO 20252:2019.

 Anche la Commissione Gomma propone l’adozione di 3 norme internazionali che specificano dei metodi di prova da utilizzare per la gomma vulcanizzata o termoplastica. I progetti hanno i codici UNI1606779, UNI1606780 e UNI1606781.

Adotta la ISO 56002:2019 il progetto UNI1606730 che fornisce una guida per l'istituzione, attuazione, mantenimento e miglioramento continuo di un sistema di gestione dell'innovazione. L’organo tecnico interessato è la Commissione Gestione per la qualità e metodi statistici.

La Commissione Valutazione della conformità propone il progetto UNI1606778 che adotta la ISO/IEC TS 17021-11:2018 sui i requisiti di competenza aggiuntivi per il personale coinvolto nei processi di audit e certificazione di un sistema di gestione per il facility management.

Definisce i criteri di qualificazione, il controllo di produzione e l’impiego di additivi da utilizzarsi per il confezionamento di miscele legate a bitume il progetto UNI1606723 della Commissione Costruzioni stradali ed opere civili delle infrastrutture.

Commissione Ambiente: riguardano i materiali da recupero di penumatici fuori uso, per la conformità di granuli e polverini ai Regolamenti REACh e CLP 4, sei progetti (futuri UNI/TR) che rappresentano 6 parti dello stesso documento: UNI1606734, UNI1606735, UNI1606736, UNI1606737, UNI1606738 e UNI1606739.

La Commissione Attività professionali non regolamentate intende sostituire la norma UNI 11477:2013. Il progetto UNI1606726 definisce i requisiti di conoscenza, abilità e competenza relativi all'attività professionale del patrocinatore stragiudiziale.

E ancora: tre progetti della Commissione Protezione attiva contro gli incendi sulle apparecchiature per l’estinzione degli incendi intendono sostituire norme esistenti sui raccordi per tubazioni flessibili (UNI1606798), sulle chiavi per la manovra dei raccordi, attacchi e tappi per tubazioni flessibili (UNI1606799) e sui tappi per valvole e raccordi per tubazioni flessibili (UNI1606800).

UNIPLAST propone la sostituzione della UNI 9561:2006 che specifica le caratteristiche e i metodi di prova per i raccordi meccanici per le giunzioni dei sistemi di tubazioni in pressione di materia plastica. Progetto UNI1606652.

 Infine, il Comitato Italiano Gas presenta il progetto UNI1606810 (sostituisce UNI 10390:1994) che prescrive i criteri per la progettazione la costruzione e il collaudo, inclusi i relativi alloggiamenti, delle stazioni di controllo della pressione e degli eventuali sistemi di misurazione per gas combustibili.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.