Stampa 

Il turismo è uno dei settori economici più rilevanti a livello mondiale, in continua crescita: miliardi di persone viaggiano ogni anno e si prevede che i numeri possano aumentare del 3,3% all'anno fino al 20301). In questo contesto, le strutture ricettive svolgono un ruolo non marginale sullo sviluppo sostenibile: quale è il loro potenziale e reale impatto sull’ambiente?

 

villaggio turistico

 

Il turismo rappresenta un'industria che promuove la comprensione e la pace tra paesi e culture, offre milioni di posti di lavoro e può contribuire al raggiungimento di molti dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.
Le strutture ricettive, che giocano un ruolo essenziale in qualsiasi attività turistica, possono migliorare il loro impatto ambientale, promuovere interazioni sociali e contribuire positivamente alle economie locali.
Nonostante i numerosi programmi di turismo sostenibile esistenti in tutto il mondo, gestiti da tour operator e da organizzazioni con interessi commerciali, fino ad oggi non era mai stata elaborata una norma internazionale davvero imparziale relativa agli alloggi.

La ISO 21401 “Tourism and relates services - Sustainability management system for accomodation establishment - Requirements” definisce i requisiti ambientali, sociali ed economici per l’implementazione di un sistema di gestione della sostenibilità nelle strutture ricettive turistiche. Riguarda temi fondamentali quali i diritti umani, la salute e la sicurezza dei lavoratori e dei clienti, la protezione dell’ambiente, il consumo idrico ed energetico, la produzione dei rifiuti e lo sviluppo delle economie locali.

È in fase di valutazione da parte della Commissione Servizi dell’UNI l’adozione della norma a livello nazionale.

Manuel Otero, presidente dell’ISO/TC 228 “Tourism and related services” che ha elaborato lo standard, ha ribadito che sul mercato esistono molte iniziative che i fornitori di servizi ricettivi possono utilizzare per migliorare le loro prestazioni ambientali, ma finora nessuno ha mai integrato gli aspetti sociali ed economici e tutte sono state, in un modo o nell’altro, legate a interessi commerciali.
“Il fatto che esistano diversi programmi di edilizia (e alloggi) sostenibili provenienti da differenti Paesi e organizzazioni può rendere difficile alle strutture ricettive conoscere quali sono utili, affidabili, e come soddisfare le proprie esigenze. La ISO 21401, concordata a livello internazionale, porta chiarezza in un mercato confuso, si applica a tutte le tipologie di alloggio e si rivela uno strumento utile per migliorare la gestione della sostenibilità. Contribuirà a stimolare il mercato per una maggiore sostenibilità sia nel settore ricettivo che nel settore turistico nel suo complesso”.

Alexandre Garrido, convenor del WG coinvolto nell’elaborazione della norma, aggiunge che le imprese che implementeranno un sistema di gestione della sostenibilità basato sulla ISO 21401 saranno in grado di dimostrare ai propri clienti e all’intero mercato di aver scelto un approccio sostenibile.
“Le strutture ricettive potranno sfruttare la norma per rafforzare il loro sistema di gestione e migliorare la loro reputazione, fornendo servizi di qualità ai clienti e migliorando i rapporti con i fornitori, i propri dipendenti e le comunità locali”.

 


1) United Nations World Tourism Organization

Per saperne di più sull’ISO/TC 228 “Tourism and related services” >> guarda il video.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.