Stampa 

Le norme internazionali aiutano a integrare pienamente le misure in favore del clima nella transizione verso un futuro a basse emissioni di carbonio e resiliente ai cambiamenti climatici. Questa è la convinzione dei principali esperti di sostenibilità che parteciperanno a un evento organizzato dall'ISO a margine della COP24 a Katowice, in Polonia, domani 14 dicembre.

 

cop24 katowice2018

 

Organizzata dalla Task Force on Climate Change Coordination (TF7) dell'ISO in collaborazione con IEMA (Institute of Environmental Management and Assessment) e IAF (International Accreditation Forum), la manifestazione “Using International Standards for driving action, performance and transition on climate change” intende sottolineare il valore degli standard internazionali nella lotta ai cambiamenti climatici.
Si discuterà delle opportunità offerte dalle norme per affrontare le sfide globali legate ai cambiamenti climatici, di come integrare l’azione in favore del clima, sostenere le tecniche di misurazione e monitoraggio, facilitare l’innovazione tecnologica e non tecnologica, promuovere il cambiamento comportamentale e l’adattamento ai cambiamenti climatici.
Le norme internazionali possono anche contribuire al ‘Sendai Framework for Disaster Risk Reduction’ delle Nazioni Unite che stabilisce gli obiettivi da raggiungere entro il 2030.

Secondo Nick Blyth, vicepresidente della TF7, gli standard internazionali sono essenziali per aiutare le organizzazioni a promuovere misure in favore del clima, siano esse norme relative a sistemi di gestione per modellare una cultura organizzativa e stabilire processi o nuove norme tecniche. “Gli standard ISO - ribadisce Blyth - si basano sulla collaborazione internazionale e sul consenso tra alcuni dei maggiori esperti mondiali nei vari settori. Sono strumenti rilevanti e potenti che aiutano le organizzazioni a misurare il loro impatto sui cambiamenti climatici, ad operare una transizione verso un futuro a basse emissioni di carbonio e, non ultimo, a prepararsi alle inevitabili sfide poste dai cambiamenti climatici a cui stiamo assistendo”.

 


ISO a COP24


 

Saranno presentate e discusse le norme più recenti e le linee guida relative all’adattamento ai cambiamenti climatici e sulle emissioni di gas serra. Tra esse la ISO 14064-1 (UNI EN ISO 14064-1:2012) per la quantificazione e la rendicontazione delle emissioni di gas ad effetto serra (GHG) e loro rimozione e la ISO 14067 (UNI EN ISO 14067:2018) per la quantificazione e la comunicazione dell'impronta climatica dei prodotti (Carbon Footprint dei Prodotti - CFP) conformemente alle norme sulla valutazione del ciclo di vita (Life Cycle Assessment - LCA) (UNI EN ISO 14040 e UNI EN ISO 14044).
L’evento sarà anche l’occasione per presentare le norme in fase di elaborazione sull’adattamento ai cambiamenti climatici (ISO 14090), sulla valutazione degli effetti, vulnerabilità e rischi (ISO 14091) e sui ‘green bonds’ per le performance ambientali dei progetti e attività designate (ISO 14030).

Sarà altresì presentato l’esercizio di mappatura condotto dall’ISO nel corso del 2018 volto a collegare centinaia di norme tecniche internazionali agli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Come per tutte le manifestazioni organizzate a margine della COP24, la registrazione video dell’evento ISO potrà essere visualizzata sulla pagina web dedicata.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.