Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

facility managementSecondo la rivista Forbes “l’esperienza dei dipendenti rappresenta il futuro del lavoro”1); quanto conta invece il luogo di lavoro? La necessità di tenere il ritmo con le ultime tendenze in termini di modalità e di spazi lavorativi è importante per il successo di una organizzazione, così come è importante una corretta gestione delle strutture.

Il Facililty Management - l'attività organizzativa che controlla tutte le attività che non riguardano il core business di un'azienda - ha sempre più peso nel mercato globale. Trattandosi di un’attività incentrata sulla gestione, il funzionamento e la manutenzione delle strutture di una organizzazione, deve rispondere e bilanciare bisogni ed esigenze - in continua evoluzione - delle parti interessate, rispondendo al contempo alle necessità aziendali di efficacia, sicurezza e sostenibilità. Il FM incide sulla salute e il benessere di tutti coloro che interagiscono con l’organizzazione e copre un ventaglio di aree, inclusi i costi di occupazione, l’uso degli spazi, la manutenzione, la sicurezza, la pulizia, l’ambiente…

Per aiutare i team di Facility Management, ISO ha pubblicato i requisiti e le istruzioni per l’uso: basandosi sulle migliori pratiche internazionali, la nuova ISO 41001 “Facility management - Management systems - Requirements with guidance for use” stabilisce un quadro di riferimento per sviluppare una modalità efficace di gestione strategica, tattica e operativa delle strutture. La norma, pubblicata il 30 maggio scorso come EN ISO 41001:2018, offre assistenza anche alle organizzazioni che desiderano esternalizzare le attività di Facility Management: i fornitori del servizio in grado di dimostrare la conformità allo standard forniranno una garanzia riguardo le loro prestazioni.

Stanley Mitchell, presidente dell’ISO/TC 267 “Facility management” che ha elaborato a norma, pensa che la ISO 41001 supporterà le organizzazioni in diversi modi, stabilendo un approccio comune e un insieme di processi che serviranno come punti di riferimento nel mondo. “Ogni azienda, grande o piccola, si occupa di gestire le proprie strutture. Il Facility Management è una disciplina complessa che ha un impatto diretto sulle persone, perché riguarda gli spazi in cui operiamo e determina l’adeguatezza dei locali ai bisogni di coloro che li utilizzano quotidianamente. La norma, prima nel suo genere, ha il potenziale per fare davvero la differenza, permettendo di migliorare la salute e la sicurezza dei lavoratori, ridurre l’impatto ambientale e realizzare significativi risparmi ed efficienze”.

1) link all'articolo: https://www.forbes.com/sites/jeannemeister/2017/01/05/the-employee-experience-is-the-future-of-work-10-hr-trends-for-2017/#3565db8020a6

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.