Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

iso22000 2018Una produzione alimentare sicura e sostenibile è oggi una delle nostre maggiori sfide poiché i rischi possono verificarsi in qualsiasi fase del processo. La sicurezza alimentare si basa sulla prevenzione, l’eliminazione e il controllo dei rischi dal sito di produzione al punto di consumo e può essere ottenuta e mantenuta solo attraverso gli sforzi congiunti di tutte le parti coinvolte: governi, produttori, distributori e consumatori finali.

La nuova versione della ISO 22000 “Food safety management systems - Requirements for any organization in the food chain” si rivolge a tutte le organizzazioni dell’industria alimentare e dei mangimi per animali; adottando un approccio precauzionale alla sicurezza alimentare e aiutando a identificare, prevenire e ridurre i rischi di origine alimentare, il documento traduce la gestione della sicurezza in un processo in continuo miglioramento in tutta la filiera.

La nuova edizione fornisce chiarezza alle migliaia di aziende che già utilizzano la norma in tutto il mondo. Gli ultimi miglioramenti introdotti includono:

  • l’adozione della High Level Structure, struttura comune a tutte le norme ISO sui sistemi di gestione, che rende più facile per le organizzazioni integrare la ISO 22000 con altri sistemi di gestione (per esempio ISO 9001, ISO 14001…)
  • un nuovo approccio al rischio - come concetto vitale per il settore alimentare - che opera una distinzione tra il rischio a livello operativo e il rischio a livello strategico del sistema di gestione
  • stretti legami con il Codex Alimentarius delle Nazioni Unite, che fornisce ai governi le linee guida sulla sicurezza alimentare.

Il nuovo standard consente un controllo dinamico dei rischi per la sicurezza alimentare combinando elementi generalmente riconosciuti come essenziali: comunicazione interattiva, gestione del sistema, programmi di prerequisiti (PRP) e principi HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points).

“Al fine di rispondere alle esigenze del mercato in materia di sicurezza alimentare, la ISO 22000 è stata elaborata dalle parti interessate e coinvolte in organizzazioni che operano nel settore: governance, consumatori, consulenti, industria e ricerca. Quando il sistema di gestione della sicurezza alimentare viene sviluppato dagli utenti, vi è la certezza che i requisiti del mercato siano soddisfatti!” afferma Jacob Faergemand, presidente dell’ISO/TC 34 “Food products” SC 17 “Management systems for food safety” che ha sviluppato la ISO 22000.

ISO 22000:2018 annulla e sostituisce la norma pari numero del 2005. Le organizzazioni certificate hanno di fronte un periodo di transizione di tre anni per passare alla nuova versione.

Il 27 giugno scorso è stata pubblicata la EN ISO 22000:2018.
A breve sarà pubblicata anche dall’UNI (UNI EN ISO 22000:2018), tradotta in lingua italiana.

 


Il mondo alimentare. Fatti e numeri

  • Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health Organization-WHO), più di 200 malattie si diffondono oggi attraverso il cibo.
  • L’accesso a quantità sufficienti di alimenti sicuri e nutrienti è fondamentale per la vita e per la salute.
  • Gli alimenti non sicuri contenenti batteri, virus, parassiti o sostanze chimiche causano malattie che vanno dalla diarrea ai tumori.
  • Circa 600 milioni di persone nel mondo (quasi 1 su 10) si ammala dopo aver ingerito cibo contaminato. 420.000 le persone che muoiono ogni anno.
  • I bambini sotto i 5 anni di età sono i più colpiti dalle malattie di origine alimentare; ne nuoiono 125.000 ogni anno.
  • Le malattie diarroiche derivanti dal consumo di alimenti contaminati risultano le più comuni: 550 milioni di persone si ammalano ogni anno, le morti raggiungono la cifra di 230.000.
  • Alimenti sani, nutrizione e sicurezza alimentare sono inestricabilmente collegati. Il cibo non sicuro crea un circolo vizioso di malattia e malnutrizione che colpisce in modo particolare neonati, bambini, anziani e ammalati.
  • Le malattie di origine alimentare ostacolano lo sviluppo socio-economico, mettono a dura prova i sistemi sanitari e danneggiano le economie nazionali, il turismo e il commercio.
  • Le catene di approvvigionamento alimentare attraversano sempre più confini nazionali: una buona collaborazione tra governi, produttori e consumatori contribuisce a garantire la sicurezza degli alimenti.

 

Per saperne di più:
Scarica la Brochure "Food safety management. ISO 22000:2018"
Maggiori informazioni sulla ISO 22000
La pagina dedicata alla revisione della ISO 22000
Il sito web dell’ISO/TC 34/SC 17
#ISO22000

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.