Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Il Comitato Italiano Gas (CIG) invia all’inchiesta pubblica preliminare cinque progetti di norma. Nel periodo che va dal 10 al 23 maggio è possibile inviare commenti: consulta la banca dati.

4 progetti - di competenza della UNI/CT 112 “Odorizzazione” che sostituiscono le parti da 1 a 4 della UNI 7133 “Odorizzazione di gas per uso domestico e similare” - sono coerenti con i recenti sviluppi normativi, regolatori e legislativi, in particolare il DM 2 marzo 2018 sulla promozione dell'uso del biometano. La serie UNI 7133 è infatti revisionata per introdurre in maniera esplicita la definizione di biometano e quindi considerare questa fonte rinnovabile tra i gas combustibili per i quali valutare il grado di odorizzazione.
Si rende inoltre necessario modificare la scala di intensità di odore, in coerenza con i recenti sviluppi in ambito internazionale (progetto ISO/DTR 18222 “Olfactory method for the evaluation of odour intensity”).

Dal titolo comune “Odorizzazione di gas per uso domestico e similare”, nello specifico i progetti riguardano:

UNI1604620 “Parte 1: Termini e definizioni”: fornisce le definizioni dei principali termini utilizzati.

UNI1604621 “Parte 2: Requisiti, controllo e gestione”: definisce i criteri di base per l’odorizzazione dei gas combustibili, le modalità per determinare le concentrazioni di odorizzante (che garantiscono il conferimento al gas stesso di una sufficiente intensità di odore), i sistemi di controllo delle intensità di odore e del grado di odorizzazione. Si applica: agli odorizzanti liquidi che rispondono alla classificazione e ai requisiti riportati nella UNI EN ISO 13734; a tutti i gas combustibili per uso domestico e usi similari distribuiti sia a mezzo tubazioni, sia allo stato liquido in bombole o serbatoi fissi per utenza domestica, limitatamente alle tipologie di gas definite nella UNI EN 437; nel caso del gas naturale, ai gas definiti nella legislazione vigente.

UNI1604622 “Parte 3: Procedure per la definizione delle caratteristiche olfattive di fluidi odorosi”: stabilisce come determinare le caratteristiche olfattive di fluidi odorosi (rinoanalisi) mediante prove di laboratorio o in campo.

UNI1604623 “Parte 4: Definizione dei requisiti degli odorizzanti”: fissa le caratteristiche olfattive degli odorizzanti e stabilisce ulteriori requisiti di compatibilità con i materiali utilizzati nelle reti di distribuzione per l’impiego di odorizzanti, a integrazione di quelli contenuti nella UNI EN ISO 13734.

Un altro progetto CIG, di competenza della UNI/CT 105 “Distribuzione” intende fornire esempi applicativi aggiornati sulla classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di gas, sulla base dell’esperienza maturata nel corso degli anni dagli operatori del settore e in coerenza con i contenuti della nuova edizione della norma CEI EN 60079-10-1 sulla classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di gas.
Il progetto UNI1604561 “Infrastrutture del gas - Esempi applicativi per la classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione per la presenza di gas in applicazione della Norma CEI EN 60079-10-1” - futuro TR che vede il CEI-Comitato Elettrotecnico Italiano come co-autore - riguarda gli impianti della rete di trasporto, distribuzione e utilizzazione del gas naturale.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.