Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU
UN MONDO FATTO BENE.

I pedoni, si sa, sono gli utenti “deboli” della strada e proprio per questo motivo vanno maggiormente tutelati. In questa direzione si è mosso UNI che ha messo a punto il progetto di norma “Progettazione illuminotecnica degli attraversamenti pedonali nelle strade con traffico motorizzato”. Ne abbiamo parlato con Giuseppe Rossi (INRiM), coordinatore del gruppo di lavoro UNI "Illuminazione stradale" che ha elaborato il progetto.

intervista g rossi 2018L’illuminazione degli attraversamenti pedonali rientra nel campo di applicazione di un’altra norma, la UNI 11248 Illuminazione stradale - Selezione delle categorie illuminotecniche” mentre i requisiti prestazionali degli impianti per l’illuminazione stradale sono specificati nella norma UNI EN 13201-2, mediante categorie illuminotecniche che vengono assegnate tenendo conto di una serie di parametri basati - ad esempio - sulla luminanza del manto stradale, sull’uniformità generale e su quella longitudinale in base alle esigenze di visione degli utenti della strada.

Tuttavia, proprio per le peculiarità che la zona di attraversamento pedonale presenta, UNI ha definito le linee guida aggiuntive e le prescrizioni integrative (rispetto a quelle della UNI 11248) al fine di garantire la sicurezza dei pedoni e rendere visibile, al guidatore, la zona stessa e i pedoni che vi transitano, in tempo utile per ogni manovra di sicurezza.

Nel caso dell’attraversamento pedonale” - spiega Giuseppe Rossi - “siamo in presenza di un traffico cosiddetto ‘conflittuale’, che prevede cioè sia la presenza del pedone che attraversa la strada sia dell’automobilista che la percorre. Il documento individua quindi tre nodi fondamentali: da una parte la necessità di rendere perfettamente visibile al guidatore la zona di attraversamento pedonale, dall’altra la possibilità per il pedone di attraversare in sicurezza e di avere una visione ottimale del manto stradale, infine la possibilità per il guidatore di osservare il pedone in fase di attraversamento al fine di evitare qualsiasi tipo di incidente”.

Rossi ha inoltre voluto ricordare la recente pubblicazione di un'altra specifica tecnica, la UNI/TS 11690 "Illuminazione stradale - Definizione e valutazione del “fattore di visibilità di oggetti” (FVO) in impianti di illuminazione stradale realizzati secondo la UNI 11248" che definisce le condizioni di applicabilità e l'algoritmo di calcolo del FVO, parametro avente lo scopo di definire la condizione di visibilità di oggetti presenti sulla carreggiata.

Il progetto UNI sull'illuminazione degli attraversamenti pedonali è attualmente sottoposto alla fase di Inchiesta pubblica finale fino al 12 maggio prossimo. Si tratta di una fase fondamentale del processo di elaborazione delle norme: prima di essere pubblicato, il progetto viene infatti messo a disposizione di tutti gli operatori al fine di raccogliere i commenti e ottenere il consenso più allargato possibile. Tutte le parti economico/sociali interessate - in particolare coloro che non hanno potuto partecipare alla prima fase di elaborazione normativa - possono così contribuire al processo normativo e alla definizione del documento.

Il testo del progetto è liberamente scaricabile dal sito UNI accedendo alla specifica banca dati e inserendo -nell’apposito campo di ricerca- o il titolo del progetto (“Progettazione illuminotecnica degli attraversamenti pedonali nelle strade con traffico motorizzato”) o il relativo codice progetto (UNI 1603513).

L'intervista completa a Giuseppe Rossi è disponibile sul canale UNI di YouTube (Playlist "Luce e illuminazione"). Vai alla videointervista!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.