Stampa 

Dal 13 al 26 febbraio 2018 si trovano nella fase dell’inchiesta pubblica preliminare 8 progetti di norma: è possibile consultare le schede dei progetti nella banca dati dell’Inchiesta pubblica preliminare e inviare i propri commenti.

Sono 3 i progetti di interesse della Commissione Agroalimentare che vanno ad aggiornare e ad allineare le norme nazionali del settore alla recente normativa internazionale: UNI1604210, UNI1604211 e UNI1604212 - che sostituiscono le norme UNI 22041:2001, 22012:2001 e 22063:1998 - stabiliscono le caratteristiche e metodi di analisi rispettivamente dell’olio di palmisto raffinato ottenuto dal seme dei frutti di Elaeis guineensis, dell’olio di palma raffinato ottenuto dai frutti di Elaeis guineensis e dell'olio di colza raffinato per usi alimentari.

Adottano invece norme internazionali in tema di vibrazioni meccaniche 3 progetti di competenza della Commissione Acustica e vibrazioni. UNI1604266 (adozione ISO 10816-3:2009 e Amd 1:2017, sostituisce UNI ISO 10816-3:2012) fornisce i criteri per la misurazione delle vibrazioni a gruppi macchina con potenza maggiore di 15 kW e velocità operativa tra 120 giri/min e 15.000 giri/min.
UNI1604267 (adozione ISO 10816-4:2009 e Amd 1:2017, sostituisce UNI ISO 10816-4:2010) stabilisce le linee guida per la valutazione "in sito" delle vibrazioni radiali di cuscinetti portanti o supporti e delle vibrazioni assiali di cuscinetti reggispinta.
UNI1604268 (adozione ISO/TR 18570:2017), futuro rapporto tecnico, fornisce una guida sul metodo supplementare rispetto a quello riportato nella UNI EN ISO 5349-1 per la misurazione e la comunicazione delle esposizioni di vibrazioni trasmesse dalla mano. Il metodo è pensato per fornire una migliore metodologia di valutazione per i rischi da vibrazione della mano-braccio vascolare.

Gli ultimi due progetti interessano la Commissione tecnica Carta. Il primo UNI1604269 determina la resistenza di legame interfibra e descrive un metodo per misurare l’energia richiesta per delaminare rapidamente un provino di carta o cartone. Adotta ISO 16260:2016 e sostituisce la norma UNI 9439:1989.
Il secondo progetto UNI1604277 (adozione ISO 15360-2:2015) specifica un metodo per analisi d’immagine utile per stimare le particelle adesive e le materie plastiche in tutte le qualità di paste riciclate; il progetto applica i principi per la separazione di particelle adesive e di materie plastiche descritti nella ISO 15360-1.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.