Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dal 13 al 26 febbraio 2018 si trovano nella fase dell’inchiesta pubblica preliminare 8 progetti di norma: è possibile consultare le schede dei progetti nella banca dati dell’Inchiesta pubblica preliminare e inviare i propri commenti.

Sono 3 i progetti di interesse della Commissione Agroalimentare che vanno ad aggiornare e ad allineare le norme nazionali del settore alla recente normativa internazionale: UNI1604210, UNI1604211 e UNI1604212 - che sostituiscono le norme UNI 22041:2001, 22012:2001 e 22063:1998 - stabiliscono le caratteristiche e metodi di analisi rispettivamente dell’olio di palmisto raffinato ottenuto dal seme dei frutti di Elaeis guineensis, dell’olio di palma raffinato ottenuto dai frutti di Elaeis guineensis e dell'olio di colza raffinato per usi alimentari.

Adottano invece norme internazionali in tema di vibrazioni meccaniche 3 progetti di competenza della Commissione Acustica e vibrazioni. UNI1604266 (adozione ISO 10816-3:2009 e Amd 1:2017, sostituisce UNI ISO 10816-3:2012) fornisce i criteri per la misurazione delle vibrazioni a gruppi macchina con potenza maggiore di 15 kW e velocità operativa tra 120 giri/min e 15.000 giri/min.
UNI1604267 (adozione ISO 10816-4:2009 e Amd 1:2017, sostituisce UNI ISO 10816-4:2010) stabilisce le linee guida per la valutazione "in sito" delle vibrazioni radiali di cuscinetti portanti o supporti e delle vibrazioni assiali di cuscinetti reggispinta.
UNI1604268 (adozione ISO/TR 18570:2017), futuro rapporto tecnico, fornisce una guida sul metodo supplementare rispetto a quello riportato nella UNI EN ISO 5349-1 per la misurazione e la comunicazione delle esposizioni di vibrazioni trasmesse dalla mano. Il metodo è pensato per fornire una migliore metodologia di valutazione per i rischi da vibrazione della mano-braccio vascolare.

Gli ultimi due progetti interessano la Commissione tecnica Carta. Il primo UNI1604269 determina la resistenza di legame interfibra e descrive un metodo per misurare l’energia richiesta per delaminare rapidamente un provino di carta o cartone. Adotta ISO 16260:2016 e sostituisce la norma UNI 9439:1989.
Il secondo progetto UNI1604277 (adozione ISO 15360-2:2015) specifica un metodo per analisi d’immagine utile per stimare le particelle adesive e le materie plastiche in tutte le qualità di paste riciclate; il progetto applica i principi per la separazione di particelle adesive e di materie plastiche descritti nella ISO 15360-1.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.