Stampa 

Da mercoledì 4 ottobre si trovano nella fase di inchiesta pubblica finale quattro nuovi progetti di norma in tema di pianificazione finanziaria e oli extra vergini di oliva. Sino al 2 dicembre 2017, data di fine inchiesta, chiunque fosse interessato può consultare i testi integrali e inviare i propri commenti utilizzando l’apposito modulo online (NORMAZIONE > UNI: inchiesta pubblica finale).

Sono di competenza del GL 14 “Pianificazione, educazione e welfare finanziario assicurativo previdenziale” della Commissione Servizi tre progetti di norma che vanno ad integrare i requisiti della UNI ISO 22222, al fine di una puntuale applicazione della stessa in Italia, sia a soggetti singoli sia a organizzazioni di qualsiasi dimensione o struttura.
La futura norma - suddivisa in tre parti e redatta in forma di guida - non permette, data la sua natura, un’applicazione autonoma e indipendente dalla UNI ISO 22222. Le tre parti intendono rispondere in modo puntuale a tre obiettivi specifici; sarà inoltre più semplice la loro revisione e l’eventuale integrazione con ulteriori parti su argomenti specifici.
I tre progetti UNI1603412, UNI1602584 e UNI1602585 rappresentano la revisione della specifica tecnica UNI/TS 11348:2010.
UNI1603412 (Parte 1) definisce i criteri in base ai quali il pianificatore, con adeguata competenza professionale, assiste il cliente nella definizione e nel raggiungimento degli obiettivi di vita concordati.
A integrazione della (futura) UNI 11348-1, il progetto UNI1602584 (Parte 2) specifica i modelli e i criteri per la definizione delle proposte in termini di prodotti e servizi che il cliente potrebbe sottoscrivere.
In merito al tema dell’etica, UNI1602585 (Parte 3) fornisce delle linee guida metodologiche destinate agli individui e alle organizzazioni che devono sviluppare la cultura dell’integrità attraverso un processo il cui esito è la realizzazione di un codice di integrità.

Il quarto progetto UNI1603053 è di interesse del GL 18 “Oli, grassi animali e vegetali e loro sottoprodotti, semi e frutti oleaginosi” della Commissione Agroalimentare. Esso descrive una procedura per la quantificazione di idrossitirosolo e tirosolo nell’olio extra vergine di oliva mediante HPLC e rivelatore spettrofotometrico.

Aspettiamo i vostri commenti!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.