Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Lo scorso giugno è stato siglato tra le regioni e il Ministero dell'Ambiente un patto anti-smog. L'accordo riguarda in particolare le regioni del bacino padano (Emilia-Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto) che in questi mesi hanno lavorato per adeguare i sistemi informativi e per coordinarsi con gli enti locali.
Si tratta di un’area di oltre 23 milioni di residenti (il 40% della popolazione italiana): questi numeri sono già sufficienti per dare la misura della rilevanza che un accordo su così vasta scala può avere. Si tratta di fatto di un importante tassello del piano nazionale di lotta all'inquinamento.

In particolare in Lombardia dal 1 ottobre 2017 fino al 31 marzo 2018 entrano in vigore i provvedimenti per la riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e per il miglioramento della qualità dell'aria.
La delibera di Giunta regionale n. 7095 del 18 settembre 2017, infatti, ha stabilito che le limitazioni disposte con le delibere di Giunta regionale n. 7635/08, n. 9958/09 e n. 2578/14 siano applicate secondo una nuova articolazione temporale nel periodo dal 1 ottobre al 31 marzo dell’anno successivo, con inizio - appunto - dal prossimo 1 ottobre 2017.
I provvedimenti riguardano la limitazione alla circolazione dei veicoli e l'uso delle stufe a pellet.

Per quanto riguarda queste ultime, oltre ad altre disposizioni, è da sottolineare il riferimento alla norma UNI EN ISO 17225-2 "Biocombustibili solidi - Specifiche e classificazione del combustibile - Parte 2: Definizione delle classi di pellet di legno".
La delibera 10/7095 dispone "l'utilizzo di pellet che rispetti le condizioni previste dall'allegato X, Parte II, sezione 4, paragrafo 1, lettera d), parte V del Dlgs n. 152/2006 per i generatori di calore a pellet di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW. Inoltre, il pellet deve essere certificato conforme alla classe A1 della norma UNI EN ISO 17225-2, da parte di un Organismo di certificazione accreditato. Queste disposizioni si applicano dal 1° ottobre 2018."

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.