Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L'inchiesta pubblica è una fase fondamentale del processo di elaborazione delle norme: è un passaggio che sta alla base della democraticità dell'intero processo normativo. Venerdì 3 marzo sono entrati nella fase di inchiesta finale 10 nuovi progetti. Per tutti i documenti l’inchiesta scadrà lunedì 1 maggio 2017 (>> vai alla banca dati).

Il primo UNI1601364 - che sostituisce la UNI 11262-1:2008 - fornisce istruzioni per la progettazione, la costruzione e la manutenzione di scaffalature commerciali di acciaio delle tipologie "a gondola" e "murali", al fine di garantirne la stabilità e la sicurezza. La competenza è della Commissione Ingegneria strutturale.

Il GL 08 “Attrezzature e macchine per la raccolta dei rifiuti” della Commissione Ambiente è interessato a due progetti: UNI1601514 individua i livelli di prestazione, modalità e condizioni di accettazione dei servizi di pulizia delle strade e di gestione dei rifiuti urbani. Il secondo progetto UNI1602300 definisce la metodologia che consente di valutare in modo oggettivo i livelli di prestazione e le conseguenti modalità e condizioni di accettazione dei servizi di pulizia delle strade e, in particolare, di misurare i livelli di prestazione resi in relazione alle situazioni preesistenti, verificando così l’effettivo adempimento dei contratti relativi a questi servizi di igiene urbana.

Sono di competenza della Commissione Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato i progetti UNI1602006 e UNI1602007 che vanno a sostituire rispettivamente le norme UNI 7087:2002 e UNI 7122:2008. Il primo definisce le modalità di prova per determinare la resistenza al degrado interno dovuto a cicli di gelo e disgelo di provini di calcestruzzo preparati in laboratorio, in cantiere o prelevati in situ. Il secondo progetto descrive un metodo per determinare nel tempo la quantità d'acqua d'impasto essudata. Il fenomeno dell’essudazione è una forma di segregazione in cui parte dell’acqua di impasto tende a risalire sulla superficie del calcestruzzo fresco: la presenza di quantitativi eccessivi di acqua essudata può essere indice di una non corretta progettazione della miscela di calcestruzzo e all’origine di problemi legati alla durabilità.

I poliadipati (PAD) trovano attualmente largo impiego come plastificanti per guarnizioni in polivinilcloruro (PVC) usate nella produzione di tappi metallici per chiusure ermetiche di vasi e bottiglie in vetro. Considerato che le guarnizioni possono entrare in contatto diretto con l’alimento contenuto all’interno del vaso esiste la potenzialità che questi plastificanti possano migrare verso l’alimento. Il progetto UNI1602531 (Commissione Agroalimentare) propone un progetto di norma che specifica due metodi che utilizzano rispettivamente cromatografia liquida interfacciata a spettrometria di massa (LC-MS) e gascromatografia interfacciata a spettrometria di massa (GC-MS) per la determinazione della migrazione specifica di PAD.

Quattro progetti UNINFO in tema di profili professionai per l’ICT intendono sostituire le norme UNI 11621-1, UNI 11621-2, UNI 11621-3 e UNI 11621-4 pubblicate nel 2016. Rispetto alle edizioni precedenti sono stati modificati (aggiornati e aggiunti) i riferimenti normativi; gli elementi per la valutazione e la convalida dei risultati dell’apprendimento sono stati allineati a quelli definiti nella norma UNI 11506 di riferimento per il settore.
I progetti riguardano:

  • metodologia per la costruzione di profili professionali basati sul sistema e-CF (UNI1602663)
  • profili professionali di "seconda generazione" (UNI1602664)
  • profili professionali relativi alle professionalità operanti nel Web (UNI1602665)
  • profili professionali relativi alla sicurezza delle informazioni (UNI1602666).
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.