Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

forumUNICIG2017Le politiche in atto di diversificazione energetica e di maggiore impiego di fonti rinnovabili nonché l’implementazione a livello nazionale della direttiva sui combustibili alternativi, stanno prefigurando l’espansione di reti alternative all’utilizzo storico del gas metano.

A Milano nei giorni 14-15 giugno si terrà il Forum UNI-CIG 2017 “Il sistema gas Europa. Dal metano al sistema integrato multi-gas”, volto a valorizzare le conoscenze maturate nella filiera del gas metano e allo sviluppo di reti intelligenti estese al biometano e agli usi diretti del GNL.

A livello nazionale ed europeo il gas naturale si avvale di imponenti infrastrutture di trasporto, distribuzione e stoccaggio. L’uso del Gas Naturale Liquefatto (GNL) è stato fino ad oggi limitato, ma la recente decisione in ambito IMO (International Maritime Organization) di confermare al 2020 l’entrata in vigore dei severi limiti del tenore di zolfo per i combustibili ad uso marittimo e l’implementazione a livello nazionale della direttiva sui combustibili alternativi costituiscono un elemento di svolta per il settore. Nel frattempo, sostenuto dalle politiche di diversificazione energetica e di maggiore impiego di fonti rinnovabili, il biometano sta guadagnando dimensioni ed economie di scala impensabili fino a qualche anno fa.

Questo scenario pone già oggi problematiche di natura tecnica, sulle quali la normazione è attiva da tempo, attinenti sia la compatibilità qualitativa di questi nuovi gas rispetto al gas metano, sia tutta una serie di problematiche sulla sicurezza, centrate sulle modalità di immissione nelle reti esistenti, odorizzazione, telemisura e telegestione, cyber-security per i nuovi combustibili.
È quindi indispensabile definire a livello legislativo e regolatorio di un quadro di lungo periodo che dia certezze agli operatori interessati: gli obiettivi di politica energetica, le regole per lo sviluppo delle infrastrutture, le politiche fiscali e tariffarie, le norme tecniche.

Tra gli argomenti trattati nell’edizione 2017 del Forum:

  • una politica energetica nazionale che stabilisca l’evoluzione del mix dei consumi energetici
  • un quadro legislativo e regolatorio volto garantire il raggiungimento dei target di politica ambientale
  • una visione nazionale sull’evoluzione delle nuove infrastrutture e sulle modalità di interfacciamento con quelle esistenti per lo sviluppo del GNL
  • uno sviluppo del biometano che garantisca le necessarie condizioni di sicurezza
  • l’implementazione di un sistema aziendale di cyber-security: partendo da un adeguato audit sulla sicurezza, è necessario poi definire e attuare una strategia aziendale, un piano d’azione, i miglioramenti tecnologici, le necessarie azioni di Change Management, la formazione del personale, un sistema di misurazione e monitoraggio delle performance, i piani di emergenza, ecc.

Non mancheranno sessioni tecniche con aggiornamenti e approfondimenti su temi quali l’efficienza energetica, l’utilizzo del gas naturale, l’installazione degli smart meter, e molto ancora.
Verrà presentata la statistica degli incidenti ed emergenze gas e si farà il punto sulla qualificazione e certificazione del personale e sull’evoluzione degli strumenti normativi per la verifica di sicurezza degli impianti post contatore, in particolare un focus sui sistemi di evacuazione dei prodotti della combustione.

A breve saranno disponibili aggiornamenti sugli sviluppi del programma.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.