Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

 report airi industria4.0Sotto il nome “Industria 4.0” si raggruppa una serie di iniziative rese possibili dagli sviluppi tecnologici più recenti nel campo della ICT applicata principalmente al settore manifatturiero, per sfruttare il potenziale reso disponibile dall'uso diffuso di Internet per l'integrazione tra i processi tecnici e i processi amministrativi, per offrire una migliore rappresentazione digitale e virtualizzazione del mondo reale, e per cogliere l'opportunità di creare prodotti e servizi “smart”. Il raggiungimento di questo obiettivo comporta lo sviluppo di una serie di nuovi concetti e tecnologie che possono trovare applicazione pratica solo se sostenuti da norme tecniche basate sul consenso.

Le norme tecniche sono uno dei più efficaci promotori dell'innovazione, creano una base sicura per il procurement tecnico; assicurano l'interoperabilità tra le applicazioni; proteggono l'ambiente, gli impianti e gli utenti per mezzo di regole uniformi per la sicurezza; forniscono fondazioni sicure per lo sviluppo di prodotti e sistemi e assistono le comunicazioni tra gli enti e le persone coinvolte per mezzo di termini e definizioni univoci.

AIRI-Associazione Italiana per la Ricerca Industriale presenta oggi sul proprio sito web il report “Contributo alla strategia nazionale di industria 4.0” pubblicato nel gennaio 2017 (>> vai al documento).
L’obiettivo è quello di individuare le priorità che possano permettere di mantenere un elevato livello di competitività anche nell’ambito del nuovo modello di business attraverso l’integrazione estesa di produzione, sostenibilità e custome satisfaction, formando nel contempo la base per una rete intelligente di sistemi e processi.
Il Manifatturiero italiano riveste un ruolo rilevante in termini economici-sociali per il Sistema Paese. Secondo i dati Eurostat 2014, è costituito da 396.000 imprese, genera un fatturato di 867 miliardi di euro e dà lavoro a 3,6 milioni di persone. L'Italia si rivela il secondo Paese manifatturiero industriale in Europa.

Per approfondire criticità e prospettive del manifatturiero nazionale - e quindi fornire un supporto nell’individuazione delle azioni prioritarie da intraprendere - il gruppo di lavoro AIRI “Industria 4.0” si è concentrato su quattro grandi aree:

  • Innovazione Tecnologica e Incentivi
  • Industria 4.0 e IoT: Standard di interoperabilità, sicurezza e connettività (che vede coordinatore Ruggero Lensi, Direttore Relazioni esterne, Sviluppo e Innovazione di UNI)
  • Fattori abilitanti
  • Adeguamento dei Sistemi giuridici, regolamentativi e contrattuali.
Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.