Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

 Fase di inchiesta pubblica finale dal 6 dicembre 2016 al 3 febbraio 2017 per quattro progetti di norma di competenza della Commissione Cemento, malte, calcestruzzi e cemento armato. Per la consultazione dei documenti tecnici e l’invio degli eventuali commenti, consultate la banca dati dei progetti di norme UNI in inchiesta pubblica finale.

Tre progetti che riguardano gli agenti espansivi non metallici per impasti cementizi sono di competenza del GL 04 “Additivi” e vanno a sostituite le norme UNI 8146, UNI 8147 e UNI 8148 del 2008.
UNI1601923 “Agenti espansivi non metallici per impasti cementizi - Idoneità e relativi metodi di controllo” specifica la definizione e i requisiti degli agenti espansivi non metallici e descrive i procedimenti da seguire per il controllo dell’idoneità a svolgere la loro azione specifica. Non riguarda l’impiego di cementi espansivi o di malte espansive già pronte per l’uso.
UNI1601924 “Agenti espansivi non metallici per impasti cementizi - Determinazione dell'espansione contrastata della malta” stabilisce le modalità da seguire per misurare l'espansione prodotta nella malta contenente un agente espansivo non metallico, in condizioni di espansione contrastata. La futura norma prevede due diversi metodi di stagionatura dei provini: il metodo A prevede una stagionatura in acqua satura di calce e la determinazione dell’espansione massima della malta sviluppata dall’agente espansivo al dosaggio utilizzato, in assenza di ritiro igrometrico; il metodo B prevede una stagionatura a umidità relativa del 55% e la determinazione dell’espansione residua all’effetto di ritiro igrometrico della malta. I metodi possono essere applicati anche a malte prodotte in cantiere o premiscelate, ad esclusione delle malte per la protezione e riparazione delle strutture di calcestruzzo come definite nella UNI EN 1504-1.
UNI1601925 “Agenti espansivi non metallici per impasti cementizi - Determinazione dell'espansione contrastata del calcestruzzo” stabilisce le modalità da seguire per misurare l'espansione prodotta nel calcestruzzo contenente un agente espansivo non metallico, in condizioni di espansione contrastata. Anche qui sono presentati due metodi di stagionatura dei provini: il metodo A prevede la stagionatura in acqua satura di calce e consente di determinare l’espansione massima, prodotta dall’agente espansivo al dosaggio utilizzato, di un calcestruzzo confezionato impiegando gli stessi materiali, dosaggio e modalità adottati in cantiere; il metodo B prevede la stagionatura ad umidità relativa del 55%, e determina l’espansione residua conseguente all’effetto di ritiro igrometrico del calcestruzzo. I metodi possono essere applicati anche su calcestruzzi prodotti in cantiere o premiscelati, eccetto i calcestruzzi per la protezione e riparazione delle strutture di calcestruzzo come definite nella UNI EN 1504-1.

L’ultimo progetto - che va a sostituire la UNI 8520-22 del 2002 - interessa il Gruppo di lavoro GL 08 “Aggregati”. UNI1602097 “Aggregati per calcestruzzi - Parte 22: Metodologia di valutazione della potenziale reattività alcali-silice degli aggregati” riguarda la valutazione della non reattività o potenziale reattività agli alcali di aggregati contenenti alcune forme di silice, al fine di definirne l’uso nel calcestruzzo. La metodologia di prova descritta si applica ad aggregati naturali conformi alla UNI EN 12620 e fornisce le disposizioni valide in Italia per la classificazione della reattività alcali-silice in ottemperanza agli obblighi di marcatura CE.
Fino a 18 mesi dalla sua data di pubblicazione, la futura norma può non essere applicata nel caso in cui per la classificazione della reattività agli alcali dell’aggregato si debba ricorrere al metodo di prova dell’espansione in calcestruzzo secondo UNI 11604. In questo caso, nel periodo transitorio, necessario per ottenere il risultato di prova, può essere applicata per la classificazione della reattività dell’aggregato la UNI 8520-22:2002.
La nuova norma si applica, in via sperimentale, anche ad aggregati riciclati e industriali, in attesa dello sviluppo di specifici metodi di prova.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.