Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

“Attività professionali non regolamentate - Fisico professionista - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” è il titolo di un nuovo progetto di norma nazionale della Commissione Attività professionali non regolamentate che ha raggiunto la fase dell’inchiesta pubblica finale.

Il progetto U08000130 definisce i requisiti relativi all’attività professionale del Fisico professionista, ossia della figura che svolge attività di ricerca, consulenza, formazione e aggiornamento nell’ambito delle discipline fisiche e delle loro applicazioni nei settori dell’industria, dell’economia, dell’ambiente, della biologia, della medicina, dei beni culturali e della pubblica amministrazione, sviluppando teorie, modelli, metodi di calcolo, strumentazione e metodologie di misura.
Detta figura è articolata in due livelli: Fisico Professionista Magistrale (FPM) e Fisico Professionista Junior (FPJ), corrispondenti ai due livelli del titolo di studio (laurea magistrale e laurea).

I requisiti sono specificati, a partire dai compiti e attività specifiche identificati, in termini di conoscenza, abilità e competenza in conformità al Quadro europeo delle qualifiche (EQF).
Nella descrizione dell’attività professionale del Fisico professionista si deve tenere in considerazione la variabilità e i numerosi e differenti aspetti, tra i quali si segnalano:

  • attività di ricerca, consulenza, formazione e aggiornamento nell’ambito delle discipline fisiche e delle loro applicazioni;
  • sviluppo di concetti, teorie, metodi di calcolo, strumentazione e metodologie di misura, che riguardano la materia, lo spazio, il tempo, l’energia, la radiazione elettromagnetica e le relazioni tra i fenomeni fisici, fisico‐chimici, fisico‐biologici, la gestione ed elaborazione di dati e informazioni, da svolgersi in concorso e in collaborazione alle attività di progettazione, realizzate da figure professionali che siano in possesso ex‐lege della specifica competenza riservata ed iscritti nel relativo ordine professionale;
  • applicazione delle conoscenze e della metodologia scientifica nei settori dell’industria, dell’economia, dell’ambiente, dei beni culturali, della salute e della pubblica amministrazione, ad esclusione dello sviluppo di progetti che rientrano nelle competenze riservate di figure professionali già regolamentate per le quali è prescritta l’iscrizione in ordini e collegi professionali (Periti Industriali e Periti Industriali Laureati, Ingegneri);
  • divulgazione della cultura scientifica, con particolare riferimento agli aspetti teorici, sperimentali e applicativi degli sviluppi della ricerca scientifica, anche per quanto riguarda le ricadute in ambito tecnologico, tecnico, medico e industriale.

Per questa ragione, per il più alto dei due livelli (Fisico Professionista Magistrale), si è ritenuto opportuno individuare, quattro differenti profili specialistici:
A. Fisica per l’innovazione nella produzione di beni e servizi
B. Fisica per Risorse naturali, Terra e Spazio
C. Fisica per Ambiente, Territorio e Beni culturali
D. Fisica per Medicina e Biologia.
I profili specialistici sono definiti separatamente, benché essi non siano separabili in senso assoluto o incompatibili tra loro.

L'inchiesta pubblica finale, iniziata il 6 dicembre, terminerà il 3 febbraio 2017. Sino a tale data il progetto resterà a disposizione sul sito, aperto ai commenti di chiunque sia interessato (>> vai alla banca dati).

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.