Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

giornata naz alberi2016Come da tradizione, si celebra oggi – 21 novembre – la Giornata Nazionale degli Alberi. Un’occasione per accendere i riflettori sull’importanza di adottare politiche di valorizzazione dell’ambiente e, in particolare, di salvaguardia del patrimonio arboreo e boschivo del Paese.

E’ bene ricordare che la tutela del patrimonio boschivo non risponde a semplici impulsi emozionali e tantomeno richiama un approccio per così dire “romantico” ai temi dell’ambiente, ma ha motivazioni concrete e di notevole impatto sociale.
Già nel testo della Legge n. 10 del 14 gennaio 2013 ("Norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani"), che istituisce la Giornata Nazionale degli Alberi, vengono specificati i motivi che rendono necessaria tale attenzione: "la prevenzione del dissesto idrogeologico e la protezione del suolo, il miglioramento della qualità dell'aria, la valorizzazione delle tradizioni legate all'albero nella cultura italiana e la vivibilità degli insediamenti urbani".

In questa occasione è bene dunque ricordare come una maggiore sensibilità “ecologica” non sia in contraddizione ma al contrario favorisca un equilibrato sviluppo industriale e rechi benefici per l’intera società. E soprattutto come il mondo della normazione fornisca strumenti collaudati ed efficaci per mettere in pratica appropriate politiche di sostenibilità ambientale.
E’ ovviamente d’obbligo citare le norme sui Sistemi di Gestione Ambientale (SGA), a partire dalla ben nota UNI EN ISO 14001, che ha tra l’altro visto la luce nella sua nuova edizione poco più di un anno fa (vd. "Perché una nuova UNI EN ISO 14001?"). Ma le norme in questo campo sono numerose e toccano diversi aspetti, dalla valutazione della eco-efficienza di un prodotto (UNI EN ISO 14045) all’ecodesign (UNI EN ISO 14006), dalla valutazione del ciclo di vita (UNI EN ISO 14040 e UNI EN ISO 14044) al carbon footprint (UNI CEN ISO/TS 14067).

Non mancano poi norme che affrontano temi ancora più specifici, come ad esempio la altrettanto recente UNI 11235 sulla progettazione, esecuzione, controllo e manutenzione di coperture a verde, oppure altri documenti para-normativi come ad esempio la UNI/PdR 8:2014 (“Linee guida per lo sviluppo sostenibile degli spazi verdi - Pianificazione, progettazione, realizzazione e manutenzione”) o, ancora, la UNI/PdR 13 – suddivisa in due parti e aggiornata proprio nel 2016 - che tratta degli strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità ambientale nelle costruzioni.

Insomma, l’attenzione all’ambiente non è una velleità utopistica ma si sposa perfettamente con il diffondersi di una politica di impresa che vede nella sostenibilità una concreta chiave di volta per lo sviluppo.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.