Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

chiusino stradaleCe ne sono tantissimi sulle strade e li calpestiamo tutti i giorni senza neanche rendercene conto, eppure sono utili e importanti. Sono i chiusini (erroneamente chiamati anche tombini), cioè quei dispositivi che servono a chiudere i pozzetti di acquedotti o fognature, di raccolta di acque piovane nonché i pozzetti che sono a servizio delle linee elettriche e telefoniche. Si tratta di dispositivi di coronamento e/o chiusura generalmente costituiti da un telaio e da una griglia o da un coperchio.

Possono essere realizzati in differenti materiali (in ghisa, in acciaio oppure in acciaio o ghisa in combinazione con il calcestruzzo) e possono avere forme diverse (rotondi, quadrati, rettangolari) ma hanno tutti la stessa funzione: coprire i pozzetti in modo da non rappresentare un potenziale pericolo per i pedoni e per i veicoli che transitano sulle strade permettendone, al tempo stesso, l’ispezione interna.

I chiusini sono trattati dalla norma UNI EN 124 "Dispositivi di coronamento e di chiusura dei pozzetti stradali" la cui nuova edizione in lingua italiana è stata pubblicata proprio nei giorni scorsi. La norma si applica ai dispositivi di coronamento e chiusura dotati di una dimensione di passaggio fino a un metro, destinati a essere installati in zone soggette a traffico pedonale e/o veicolare.

La nuova edizione della UNI EN 124:2015 è stata suddivisa in 6 parti al fine di prendere in considerazione anche i nuovi materiali presenti sul mercato: infatti, mentre la parte 1, più generale, è dedicata alle definizioni, alla classificazione, ai principi generali di progettazione, ai requisiti di prestazione e ai metodi di prova, le altre parti della norma riguardano i chiusini fatti con diverse famiglie di materiali (definendo per ciascuna specifiche prove e requisiti da soddisfare) rispettivamente in ghisa (parte 2), in acciaio e lega di alluminio (parte 3), in calcestruzzo armato (parte 4), in materiale composito (parte 5), in polipropilene (PP), polietilene (PE) o polivinilcloruro (PVC-U) (parte 6).

La norma attribuisce ai chiusini sei differenti classi in base all’impiego previsto, classificazione che è strettamente collegata al luogo di installazione. Fornisce inoltre informazioni sui materiali, specifica i requisiti per la progettazione (ad esempio aperture di areazione nei coperchi, dimensioni di passaggio per gli addetti, posizionamento di coperchi e griglie ecc.) e i requisiti di prestazione (ad esempio capacità portante del carico, resistenza allo scivolamento e sicurezza a prova di bambino). Spiega infine i procedimenti per effettuare tutte le prove volte a verificare che i chiusini rispettino i requisiti previsti dalla norma stessa (ad esempio prove di resistenza allo scivolamento, prove per il fissaggio dei coperchi al telaio, prove di stabilità, ecc.).

Secondo Marco Veronesi (coordinatore del gruppo di lavoro UNI “Chiusini di pozzetti e separatori” e delegato italiano ai lavori europei del CEN/TC 165 “Ingegneria delle acque reflue”) “Questa norma è importante perché rappresenta un riferimento certo per i produttori ma anche - e soprattutto - una garanzia per gli utilizzatori”.

“Visto che la norma non è ancora stata armonizzata a livello europeo - spiega Veronesi - e per evitare che si crei confusione sul mercato, UNI ha deciso di redigere e pubblicare un rapporto tecnico nel quale verranno date precise indicazioni sull’applicazione della nuova versione della norma: il TR contribuirà a fare chiarezza in questo settore”.

I fabbricanti, gli importatori e i distributori di chiusini potranno utilizzare la vecchia edizione del 1995 fino al 31 marzo 2017, dopo di che dovranno passare alla nuova versione del 2015 applicando su base volontaria i nuovi schemi di certificazione rilasciati dagli enti indipendenti di certificazione ad essa accreditati.

“Questo - conclude Veronesi - permetterà di garantire che la qualità dei prodotti attualmente utilizzati sul mercato venga mantenuta e di minimizzare i disagi per i produttori e gli utilizzatori fino al momento in cui la norma sarà citata nella Gazzetta ufficiale europea e diventerà armonizzata, quindi con la necessità di marcatura CE”.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.