Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Martedì 4 ottobre è partita la fase di inchiesta pubblica finale per una serie di nuovi progetti di norma: entro le date di scadenza dell’inchiesta tutti gli interessati possono inviare i propri commenti (>> consulta la banca dati).

Un progetto di interesse della Commissione Tecnologie biomediche e diagnostiche terminerà l’inchiesta il 24 ottobre 2016. Il documento - futuro TR - nasce dalla necessità di unificare le procedure operative del processo di ricondizionamento degli endoscopi termolabili delle strutture sanitarie al fine di aumentarne la qualità e la sicurezza e ridurre i rischi di infezione correlati all’assistenza. Il progetto descrive metodologie di progettazione, sviluppo, controllo e valutazione dell’efficacia delle singole fasi e dell’intero processo di ricondizionamento degli endoscopi termolabili.

Tutti i progetti che seguono termineranno la fase di inchiesta pubblica finale il 2 dicembre 2016.

Sette progetti sono di competenza della Commissione Manutenzione.
I primi 6 vanno a sostituire la norma UNI 10749 (Parti da 1 a 6) del 2003 e rappresentano una guida per la gestione dei materiali per la manutenzione. Nello specifico, riguardano: gli aspetti generali e le problematiche organizzative; i criteri di classificazione, codifica e unificazione; i criteri per la selezione dei materiali da gestire; i criteri di gestione operativa; i criteri di acquisizione, controllo e collaudo delle forniture; i criteri amministrativi per determinare i valori unitari di carico, scarico e giacenza a magazzino.
L’ultimo documento va a definire i criteri di classificazione delle attività di manutenzione distinguendoli in ‘ordinaria’ e ‘straordinaria’, al fine di fornire un quadro di riferimento che consenta di uniformare i comportamenti degli utenti nella gestione e contabilizzazione delle risorse utilizzate.

La Commissione Agroalimentare è interessata alla pubblicazione di una norma che stabilisca i metodi per determinare il consumo di energia delle macchine da caffè. Il progetto si applica alle macchine utilizzate in ambito professionale e commerciale.

La qualità di un edificio, una infrastruttura o dell’ambiente in cui si inseriscono, non può prescindere dalle modalità di produzione, gestione e trasferimento delle informazioni che li definiscono nei loro molteplici aspetti lungo l’intero ciclo di vita, dalla loro ideazione sino alla dismissione o riconversione. Inchiesta finale per tre progetti della Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio in tema di gestione digitale dei processi informativi delle costruzioni.
Il primo, che sostituisce la UNI 11337:2009, interessa aspetti generali quali la struttura dei veicoli informativi, la struttura informativa del processo e la struttura informativa del prodotto.
Il secondo progetto riguarda l’evoluzione e lo sviluppo informativo di modelli, elaborati e oggetti e interessa gli aspetti qualitativi e quantitativi della gestione digitalizzata del processo informativo, a supporto del processo decisionale.
Il terzo e ultimo definisce i ruoli, i requisiti e i flussi necessari alla produzione, gestione e trasmissione delle informazioni e la loro connessione e interazione nei processi di costruzione digitalizzati.

Un progetto UNICHIM riguarda la qualità dell’acqua: il metodo riportato descrive le modalità di determinazione di azoto ammoniacale (N-NH4) in acque destinate al consumo umano, di falda, di superficie, di scarico e di balneazione, e acque minerali mediante la tecnica della prova in cuvetta.

L’ultimo progetto, di competenza UNIPLAST, classifica le materie plastiche prime‐secondarie per la produzione di miscele di materiali e/o di manufatti nelle forme usualmente commercializzate o per altri fini (escluso l’utilizzo per il recupero diretto di energia e/o l'utilizzo diretto come combustibile), ottenute dal trattamento di rifiuti. La futura norma si riferisce anche ai sottoprodotti di materie plastiche (materiali o oggetti pre‐consumo) derivanti dal ciclo di produzione e/o trasformazione di materie plastiche. Sostituisce UNI 10667-1:2010.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.