Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

officeI servizi di facilities management forniscono all’utilizzatore di un immobile un supporto logistico e organizzativo volto all’ottimizzazione della gestione delle attività svolte al suo interno. Questa funzione operativa interdisciplinare, che deve coordinare la domanda e la fornitura di prodotti e di servizi all’interno di organizzazioni pubbliche o private, copre una vasta gamma di attività: la gestione del calore negli edifici, i servizi tecnico-manutentivi, la cura del verde, la gestione di spazi di lavoro, l’approvvigionamento, la gestione finanziaria, ecc.

Il facilities management è una delle discipline professionali e operative in rapida crescita in tutto il mondo, ma è generalmente poco conosciuta: sarebbe estremamente utile per i mercati emergenti disporre di un quadro di riferimento che spieghi di cosa si tratta. I lavori sulle prime due norme internazionali sono terminati e l’imminente pubblicazione delle norme ISO 41011 “Facilities management - Vocabulary” e ISO 41012 “Facilities management - Guidance on strategic sourcing and the development of agreements” dovrebbe ampliare le conoscenze.
La norma ISO 41001 “Facilities management - Management systems - Requirements with guidance for use” si trova invece ancora in fase di elaborazione: essa porterà una maggiore sensibilizzazione sostenendo lo sviluppo, l’attuazione e la manutenzione di modalità efficaci di gestione in tutti i settori industriali e commerciali nel mondo.

Stanley Mitchell, presidente dell’ISO/TC 267 che sta sviluppando la ISO 41001, ritiene che "la norma aiuterà a chiarire perché il facilities management è una disciplina strategicamente importante per tutte le organizzazioni nella gestione, funzionamento e manutenzione degli spazi lavorativi, le loro attività e l'efficienza operativa".

Per sua stessa natura, il facilities management ricopre diversi significati se visto da una prospettiva internazionale, nazionale o all’interno di diverse organizzazioni. La capacità relativa all’offerta si è evoluta in modo differente da un paese all’altro, così come la qualità del servizio erogato. Le aspettative dei clienti si sono altrettanto evolute da una prospettiva locale a una nazionale, tendendo a uniformarsi a livello globale.

Lo scopo della ISO 41001 è quello di riconoscere la portata delle responsabilità e creare una struttura di gestione e di risorse appropriata all’esigenza dell’organizzazione. Essa mira principalmente a definire un quadro e dei criteri per la valutazione dei “facilities management team”, allo scopo di determinare se rispondono ai bisogni delle organizzazioni in cui lavorano. La futura norma consentirà una continuità di linguaggio nel tempo e un riferimento in termini di approccio di gestione, fonendo al contempo ai mercati emergenti un modello sul quale costruire e sviluppare un regime di gestione delle installazioni.

Il facilities management riguarda tutte le organizzazioni, grandi e piccole. Come tale, ha una notevole influenza sull’efficienza aziendale e sul funzionamento in una serie di settori.
In termini finanziari il facilities management costituisce, con poche eccezioni, la seconda voce di spesa delle organizzazioni; può contribuire in maniera significativa ai risultati di una impresa.
In termini di efficienza è responsabile della gestione, del funzionamento e della manutenzione dei beni, influenzando dunque i costi globali e il loro utilizzo.
Sul piano della conformità è responsabile della salute, della sicurezza e della gestione degli edifici: garantisce che l’organizzazione rispetti i suoi obblighi nei confronti delle persone che utilizzano i locali dell’edificio.
In termini ambientali e di sostenibilità il facilities management è responsabile delle operazioni svolte all’interno delle aree dell’edificio e del loro impatto ambientale locale e generale.

Dal lato dell’offerta, la ISO 41001 permetterà alle organizzazioni pubbliche e private di ottenere una certificazione e distinguersi sul mercato, aiutandole a stabilire parametri di riferimento che desiderano vedere rispettati dai loro fornitori. A vantaggio di tutte le parti.
La sua pubblicazione è prevista per il 2018.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.