Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Fase di inchiesta pubblica preliminare sino al 21 ottobre per 13 progetti di norma nazionale e di adozione di norme ISO. A partire dal 7 ottobre - data di inizio inchiesta - sarà possibile inviare i propri commenti (>> consulta la banca dati).

Il CTI propone due progetti: il primo, che sostituisce la UNI/TS 11278:2008, stabilisce i criteri di scelta dei sistemi metallici di evacuazione fumi asserviti ad apparecchi a combustibile solido o liquido; si applica a camini, canali da fumo, condotti di scarico fumi, condotti coassiali, collettori e condotti per intubamento metallici.
Il secondo progetto va a definire i requisiti di conoscenza, abilità e competenza degli installatori di sistemi radianti a bassa differenza di temperatura (sistemi a pavimento, parete e soffitto) abbinati a strategie di regolazione, sistemi di deumidificazione e ventilazione meccanica controllata. I requisiti sono specificati in conformità all’EQF.

La Commissione Commercio è interessata alla revisione della UNI 11566-3:2015 che identifica e definisce i modelli e i processi organizzativi delle modalità di vendita assistita al pubblico di prodotti alimentari secondo criteri riconoscibili e qualificabili nei contesti nazionale e europeo. Una descrizione coerente e aggiornata del complesso delle attività che tali operatori intendono svolgere, in base a criteri condivisi, è funzionale alla trasparenza nei confronti dei clienti, degli stakeholders e delle autorità.

Sono di competenza della Commissione Apparecchi di sollevamento e relativi accessori 5 progetti di norma che intendono adottare norme internazionali ISO. Essi riguardano: la progettazione simicamente resistente degli apparecchi di sollevamento (adozione ISO 11031:2016); i criteri generali applicabili alle cabine e alle stazioni di comando delle gru mobili (adozione ISO 8566-2:2016); le informazioni per semplificare le richieste, gli ordini, le offerte e la fornitura di gru a torre (adozione ISO 9374-3:2014); le istruzioni per l’addestramento dei manovratori delle gru a torre (adozione ISO 9926-3:2016); i requisiti generali per le ispezioni che devono essere eseguite sulle gru (adozione ISO 9927-1:2013).

Un progetto della Commissione Macchine utensili specifica le prove geometriche, le prove sul mandrino e quelle di verifica di accuratezza e di ripetibilità del posizionamento degli assi a comando numerico di alesatrici fresatrici con mandrino orizzontale con montante mobile lungo l'asse X, di impiego generale e di normale accuratezza. Rappresenta l’adozione della ISO 3070-2:2016 e va a sostituire la UNI ISO 3070-2:2009.

L’Ente federato UNSIDER presenta due progetti di norma nazionale: il primo specifica i requisiti per le giunzioni meccaniche delle barre di acciaio per cemento armato e ne definisce le modalità per la valutazione della conformità; il secondo (sostituisce UNI 11240-2:2007) specifica i metodi di prova per le giunzioni meccaniche delle barre di acciaio per cemento armato.

Infine due proposte dalla Commissione Prodotti, processi e sistemi per l'organismo edilizio riguardano la gestione digitale dei processi informativi in edilizia e nelle opere di ingegneria civile. Un progetto ha lo scopo di indicare un modello operativo strutturato per raccogliere e archiviare i dati e le informazioni tecniche dei prodotti da costruzione e va a sostituire la specifica tecnica UNI/TS 11337-3:2015. Il secondo progetto, futuro TR, fornisce una linea guida per la stesura del capitolato informativo, indicazioni procedurali e uno schema generale dei suoi contenuti. Il documento può essere applicato a capitolati informativi destinati a qualsiasi tipologia di prodotto risultate di settore, sia esso un edificio o una infrastruttura, di nuova costruzione o conservazione e/o riqualificazione dell’ambiente o del patrimonio costruito.

Aspettiamo i vostri commenti!

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.