Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Sono entrati nella fase di inchiesta pubblica finale una serie di progetti di norma su diversi argomenti.
Tre sono della Commissione Mobili. Due di essi riguardano i mobili per ufficio e saranno pubblicati come UNI/TR: termineranno l’inchiesta finale il 5 ottobre 2016. Entrambi costituiscono una guida per la stesura di capitolati tecnici: il primo riguarda la fornitura di sedute da lavoro e per visitatore, il secondo la fornitura di mobili (scrivanie, tavoli da lavoro, tavoli per riunione, mobili contenitori e schermi per ufficio).
Terminerà invece l’inchiesta finale in data 14 novembre 2016 il terzo progetto che definisce i requisiti di resistenza e durata dei mobili contenitori domestici, inclusi quelli in cucina e nel bagno.

Tutti gli altri progetti termineranno l’inchiesta finale il 14 novembre. Sino a quella data è possibile inviare commenti utilizzando le apposite pagine online sul sito internet (>> vai alla banca dati).

Il CTI propone due progetti. Il primo, che vede come co-autore il CEI, riguarda i requisiti di conoscenza, abilità e competenza delle figure professionali che eseguono l’installazione e la manutenzione dei sistemi BACS (Building Automation Control System). Il secondo progetto (sostituisce UNI 10847:2000) stabilisce criteri e procedure per realizzare un efficace intervento di pulizia dei sistemi fumari asserviti a generatori di calore e apparecchi alimentati con combustibili liquidi e biocombustibili solidi.

La Commissione Tecnologie nucleari e radioprotezione è interessata a un progetto che descrive i metodi per la determinare la concentrazione di radionuclidi gamma emettitori in campioni di prova mediante spettrometria gamma ad alta risoluzione. Il metodo si applica a tutti i materiali che, dopo adeguati processi di trattamento, restituiscono campioni omogenei e, in particolare, a campioni biologici, industriali, a rifiuti ed effluenti, a matrici alimentari ed ambientali.

È di competenza della Commissione Commercio una linea guida per la definizione dei modelli organizzativi di distribuzione e vendita al consumo: il progetto fornisce una metodologia di descrizione e classificazione delle imprese che praticano in Italia la vendita su aree pubbliche con tipologie di offerta: “Alimentari”, “Vestiario” “Calzature” “Merci varie”, e definisce gli strumenti che ne consentono l’applicazione su larga scala. Sostituisce UNI 11566-1:2014.

Tre progetti riguardano il vetro per edilizia: il primo indica la procedura di calcolo per determinare la capacità portante di lastre di vetro piano applicate come elementi aventi funzione di tamponamento. Un altro progetto specifica i requisiti estetici (per i difetti ottici, visivi e del bordo) di durabilità, meccanici e i metodi di prova del vetro verniciato per uso esterno. L’ultimo definisce i metodi di prova per determinare il comportamento ai carichi statici linearmente distribuiti e ai carichi dinamici di elementi di tamponamento in vetro avente funzione di anticaduta. La competenza è del GL 01 “Vetro piano”, Commissione Vetro.

Un progetto della Commissione Impianti ed attrezzi sportivi e ricreativi fornisce una classificazione delle piscine, specifica i requisiti di progettazione, costruzione e gestione degli impianti di trattamento dell’acqua e indica prove e controlli atti a garantire una qualità dell’acqua adeguata alla balneazione. La futura norma va a sostituire la UNI 10637:2015 e costituisce la sua naturale evoluzione: è stata rivisitata e aggiornata tenendo conto delle innovazioni tecnologiche, delle necessità di contenimento dei consumi e di risparmio energetico.

L’ultimo progetto, futura TS di competenza CIG, completa i requisiti normativi tecnici definiti nelle parti applicabili delle UNI/TS 11291, al fine di consentire l’intercambiabilità dei gruppi di misura del gas naturale destinati al “mass market” (<G10) nonché degli altri apparati che operano nelle reti punto-multipunto.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.