Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Con una seduta del Consiglio Regionale dei primi di agosto, la Regione Marche ha deliberato l’adozione - come allegato 1 della GDR n. 760/2009 - della prassi di riferimento UNI/PdR 13:2015 “Sostenibilità ambientale nelle costruzioni - Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità” (vd. Le prassi pubblicate).

La DGR (Deliberazione della Giunta Regionale) n. 760 dell’11/05/2009 tratta le norme per l’edilizia sostenibile, in ottemperanza della legge regionale n. 14/2008 che incentiva la sostenibilità energetico-ambientale nella realizzazione delle opere edilizie pubbliche e private, "nel rispetto dei vincoli derivanti dall'ordinamento comunitario e dei principi fondamentali desumibili dal Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192 (Attuazione della direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico nell'edilizia)".
In particolare l’articolo 14 comma 2, lettera a) della legge regionale sopra citata prevede che la Giunta regionale adotti le linee guida per la valutazione energetico ambientale degli edifici residenziali, redatte ai sensi dell'art. 7 della legge medesima.

La DGR n. 760/2009 adottava come linee guida un aggiornamento del Protocollo ITACA nazionale riferito agli edifici residenziali, approvato il 15 gennaio del 2004 dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, riprendendone quindi i principi e le modalità applicative.
La pubblicazione nel febbraio 2005 della UNI/PdR 13, elaborata con la collaborazione di ITACA, ha messo a disposizione di organizzazioni pubbliche e private un nuovo documento di riferimento.

La Prassi, lo scorso mese di giugno, è stata inoltre modificata e aggiornata allo scopo di adeguare lo strumento ai nuovi decreti relativi alla certificazione energetica, in particolare al Decreto 26 giugno 2015 "Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici" e al Decreto 26 giugno 2015 "Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 -Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici".
Tali decreti hanno infatti modificato sostanzialmente modalità e metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche, rendendo quindi necessario l’aggiornamento della Prassi di riferimento, strutturata in due sezioni.

La nuova deliberazione della Giunta Regionale della Regione Marche modifica quindi la DGR n. 760/2009 sostituendo il precedente Allegato 1 ("Linee guida per la valutazione della sostenibilità energetico ambientale degli edifici residenziali di cui all'art. 7 della L.R. n. 14/200" con il nuovo Allegato 1 "Prassi di riferimento UNI/PdR 13:2015 'Sostenibilità ambientale nelle costruzioni - Strumenti operativi per la valutazione della sostenibilità'".
Anna Casini, Vicepresidente della Regione Marche, commenta con soddisfazione l'aggiornamento delle linee guida: "ho ritenuto opportuno che le Marche fossero tra le prime a dare il buon esempio adeguandosi alle direttive di Itaca riguardo ai nuovi decreti per la certificazione energetica che hanno modificato sostanzialmente modalità e metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche".

Si tratta di un nuovo e ulteriore esempio della efficace sinergia tra legislazione e normazione tecnica.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.