Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

La Commissione Prodotti, processi e sistemi per l’organismo edilizio sottopone all’inchiesta pubblica preliminare due progetti di norma nazionale. Dal 23 agosto sino al 6 settembre chiunque fosse interessato può esprimere il proprio parere, attraverso l’apposito form online (>> vai alla banca dati online).

Il progetto UNI1602132 “Rivestimenti lapidei di superfici orizzontali, verticali e soffitti - Istruzioni per la progettazione, la posa e la manutenzione” va a sostituire le norme UNI 11322:2009 e UNI 11521:2014. Di interesse del GL 20 “Pavimenti e rivestimenti lapidei”, ha lo scopo di fornire le istruzioni per la progettazione, la posa e la manutenzione di rivestimenti lapidei di superfici orizzontali, verticali e soffitti, interni ed esterni. Dalla futura norma il mercato trarrà immediato giovamento, sia in termini di competenze tecniche che di trasparenza nei rapporti contrattuali con gli operatori della filiera.

Il secondo progetto UNI1602112, che sostituisce la UNI/TS 11453 del 2012, ha il titolo “Linee guida per l’iter di finanziamento per le costruzioni - Criteri e parametri omogenei di gestione economica-finanziaria nei progetti” ed è di competenza del GL 07 “Valorizzazione degli asset immobiliari”. Esso definisce una metodologia di lavoro (processo di riferimento) che permette di raccogliere e riordinare le molte informazioni e dati di tipo tecnico-progettuale-finanziario all’interno di un “archivio unico e specialistico”, secondo una precisa relazione tra fasi progettuali e iter del finanziamento; dall’iniziale raccolta di dati necessari alla verifica della bancabilità del progetto in relazione a quanto previsto in fase di studio di fattibilità e del piano economico finanziario del progetto della costruzione, per poi passare alle successive fasi del progetto e della costruzione fino alla sua conclusione, con l’obiettivo di garantire il rigoroso rispetto dei termini e patti contenuti nel contratto di finanziamento dell'opera.
Si applica al settore delle costruzioni italiane ed è rivolto a tutti gli operatori del settore, in particolare agli Enti Pubblici in qualità di promotori delle iniziative di competenza pubblica, alle imprese di costruzione e/o developer, per iniziative private e/o di tipo PPP–PF, agli istituti di credito come soggetti preposti all’erogazione di finanziamenti ed all’emissione di garanzie nonché ai professionisti e alle università.
La norma permette di consolidare il testo della specifica tecnica in virtù della sperimentazione su progetti reali, in rapporto con il nuovo codice appalti e gli altri documenti tecnici di settore.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.