Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Una nuova convenzione per la consultazione online dei testi integrali dell’intera raccolta delle norme UNI (compresi i recepimenti EN e le adozioni ISO: circa 20.000 documenti in totale) è stata sottoscritta nei giorni scorsi tra il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e l’UNI.

cni logo obliquoIn prossimità della scadenza del primo accordo (siglato giusto 2 anni fa), le due organizzazioni hanno infatti ritenuto matura un’evoluzione della sperimentazione, nella direzione della:

  • semplificazione del rapporto contrattuale (che sarà diretto tra singolo iscritto e UNI),
  • compressione del prezzo compatibilmente con le esigenze di bilancio dell’Ente (anche alla luce delle problematiche inerenti l’erogazione della contribuzione pubblica a sostegno delle attività di normazione).

E’ ora quindi possibile per i singoli ingegneri - regolarmente iscritti al proprio Ordine territoriale - sottoscrivere l’abbonamento alla sola consultazione online (24 ore al giorno per 7 giorni alla settimana, da qualsiasi dispositivo collegato a internet) delle norme tecniche per il 2017 al prezzo speciale forfettario annuo di € 50,00 + IVA, ricevendo in omaggio l’accesso alla consultazione per tutta la parte residua del 2016.

Operativamente, gli Ordini territoriali devono formalmente aderire alla convenzione (dandone comunicazione al Consiglio Nazionale degli Ingegneri) per rendere accessibili ai propri iscritti le condizioni speciali di abbonamento, dopo di che il singolo professionista compilerà una semplice modulistica on-line per attivare la consultazione. Unica limitazione è che l’utilizzo sia personale o nell’interesse dell’organizzazione di cui è titolare, purché non impieghi più di 10 addetti e fatturi meno di 2milioni di euro/anno.

a zambrano2016Il Consiglio Nazionale – ha commentato il Presidente Armando Zambrano - è certo di aver intrapreso un’iniziativa di grande importanza, che ha lo scopo di rafforzare la mutua collaborazione per l’accrescimento della conoscenza tecnica quale strumento essenziale allo sviluppo delle attività professionali, offrendo così un servizio concreto e da sempre apprezzato che mette a disposizione una notevole banca dati a condizioni economiche oggettivamente vantaggiose. Per questo motivo auspichiamo la generale partecipazione degli iscritti così da consentire anche per gli anni a venire il rinnovo ed il mantenimento della Convenzione stessa, che finalmente si è aperta ad una forma di accordo decentrato”.

Questa ulteriore sperimentazione – in applicazione dei principi di apertura e accessibilità della normazione sanciti dal Regolamento UE 1025/2012 UE sulla normazione - mira alla più ampia diffusione della conoscenza e dell’uso delle norme UNI, per promuovere, sviluppare e potenziare le competenze degli ingegneri grazie all’auspicata massiccia adesione.

Analoghi accordi potranno essere raggiunti con altre organizzazioni di rappresentanza professionale parimenti impegnate a sostenere la normazione tecnica e a diffonderne la conoscenza e l’uso.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.