Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Il D.Lgs 81/2008 e s.m.i. prevede l’asseverazione dell’adozione ed efficace attuazione dei modelli di organizzazione e gestione della salute e sicurezza sul lavoro. Tale facoltà è demandata agli Organismi Paritetici costituiti da associazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

L’attività di asseverazione si configura come una attività rilevante e complessa; le indicazioni contenute nella legge risultano eccessivamente sintetiche e non appropriate a indirizzare in termini omogenei e corretti una attestazione di conformità ed efficace attuazione di un modello organizzativo e gestionale aziendale su tutto il territorio nazionale.
Per tali ragioni, alcuni Organismi Paritetici hanno intrapreso l’attività di asseverazione seguendo criteri diversificati, troppo spesso non in linea con i principi di linearità, obiettività, indipendenza e terzietà.

Il progetto UNI1601968, futuro rapporto tecnico nazionale, intende andare a definire i criteri, i comportamenti, le metodologie e le professionalità che stanno alla base di un’asseverazione qualificata al fine di rendere comparabili le asseverazioni rilasciate, dando credibilità a questo strumento previsto dal legislatore.

Dal titolo “Adozione ed efficace attuazione dei Modelli di Organizzazione e Gestione (MOG) della salute e sicurezza - Modalità di asseverazione da parte di Organismi Paritetici” fornisce metodi e strumenti per lo svolgimento delle attività di verifica dei MOG delle aziende ai fini del rilascio di attestati di asseverazione sulla efficace attuazione dei MOG stessi da parte degli Organismi Paritetici.

Il TR darebbe fiducia alle parti, aziende e lavoratori, al sistema pubblico e al mercato sulle verifiche, effettuate tramite gli Organismi Paritetici, in merito all’adozione ed efficace attuazione del modello organizzativo e gestionale da parte delle aziende; questa condizione risulta necessaria per il riconoscimento dell’ “efficacia esimente” dalla responsabilità amministrativa delle persone giuridiche di cui al Decreto legislativo n. 231 del 8 giugno 2001 (art. 30, D.lgs 81/08).

Beneficio primario dell’asseverazione, se effettuata con metodi rigorosi, è quello di innescare un processo virtuoso che non può che portare, in ultima analisi, al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori.

Il progetto, di competenza del GL 55 “Metodi e sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro” della Commisione Sicurezza, si trova in questi giorni in inchiesta pubblica preliminare. C’è tempo sino al 21 luglio per inviare commenti (>> vai alla banca dati dei progetti).

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.