Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Hanno raggiunto la fase di inchiesta pubblica finale quattro progetti dell’Ente federato CUNA, destinati ai costruttori di pneumatici e a quelli di attrezzature per officine di autoriparazione.

Il primo progetto E0331B430 “Pneumatici per autoveicoli e rimorchi, con massa complessiva a pieno carico non superiore a 3,5 t - Prescrizioni e istruzioni per il corretto impiego e la manutenzione” (che sostituisce la UNI 10587:2003) fornisce le prescrizioni e le istruzioni per assicurare le prestazioni dei pneumatici in servizio mediante un corretto impiego e un'adeguata manutenzione e i criteri per la loro sostituzione; si applica ai pneumatici destinati al montaggio sulle autovetture, autobus, autocarri, autoveicoli per trasporti specifici o speciali, autocaravan, rimorchi, carrelli appendice, quadricicli a motore, con massa complessiva a pieno carico non maggiore di 3,5 t.

Come il precedente, il progetto E0331B440 “Pneumatici per veicoli commerciali e loro rimorchi - Prescrizioni e istruzioni per il corretto impiego e la manutenzione” (revisione della UNI 10588:2005) fornisce istruzioni sulle prestazioni degli pneumatici destinati però al montaggio sui veicoli commerciali (autobus, autocarri, trattori stradali) e loro rimorchi con massa complessiva a pieno carico maggiore di 3,5 t.

Il terzo progetto – che sostituisce la UNI 11061:2003 – fornisce le istruzioni per un corretto immagazzinamento, per qualsiasi periodo di tempo, dei pneumatici, delle camere d'aria, dei protettori e delle valvole. Il numero di riferimento è E0331B450; il titolo “Istruzioni per l’immagazzinamento dei pneumatici, delle camere d’aria e dei protettori”.

L’ultimo progetto E0331B470 “Prove di autovetture e motoveicoli su banchi a rulli - Prescrizioni relative ai pneumatici” fornisce prescrizioni e istruzioni agli utilizzatori di banchi a rulli (prove di potenza, di frenata, ecc.) per evitare danneggiamenti che possono derivare ai pneumatici per autovetture e motocicli durante l'effettuazione di prove. Se le prove sono effettuate in condizioni diverse da quelle specificate, possono determinarsi danneggiamenti visibili o non visibili come il deteriorarsi della struttura (carcassa): questi danneggiamenti nascosti, imprevisti e non controllabili, sono particolarmente pericolosi e possono pregiudicare a breve o lungo termine la sicurezza durante il successivo impiego del veicolo.

La data di fine inchiesta: 30 agosto 2016.
Chiunque fosse interessato può scaricare i documenti e inviare eventuali commenti dalla pagina "UNI: inchiesta pubblica finale".

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.