Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

In tema di competenze dei tecnici che operano sugli apparecchi a gas e di dispositivi di controllo della pressione sono in arrivo due norme che interessano l’Ente federato CIG (Comitato Italiano Gas).

Il primo progetto E01099520 “Attività professionali non regolamentate - Figure professionali operanti su apparecchi per la cottura domestica - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” definisce i requisiti relativi all’attività professionale dei tecnici che operano sugli apparecchi per cottura domestica, aventi portata termica nominale singola non maggiore di 35 kW, alimentati a gas combustibili della 1a, 2a e 3a famiglia secondo la UNI EN 437, da reti di distribuzione e da depositi o bombole di GPL. L'attività di questi professionisti riguarda il sottoporre a prova o verifica, regolare e controllare, riparare, rimuovere, sostituire, mettere in servizio, collegare e manutenere gli apparecchi di cottura a gas e loro componenti. I requisiti richiesti sono definiti in termini di conoscenza, abilità e competenza.
La futura norma non apporta vincoli formativi aggiuntivi per gli operatori già abilitati ai sensi del DM 37/08. Eventuali prescrizioni specifiche possono derivare dal contesto legislativo.

Il secondo E01140070 dal titolo “Dispositivi di Controllo della Pressione (DCP) - Progettazione, costruzione e collaudo” definisce invece i requisiti di progettazione, costruzione e collaudo dei dispositivi di controllo della pressione del gas combustibile canalizzato della 1a e 2a famiglia di cui alla UNI EN 437, con portata termica Q≤1 200 kW, con pressione a monte minore o uguale a 5 bar e pressione a valle non maggiore di 0,04 bar. Per i gas della 3a famiglia, il documento si applica ai nuovi sistemi di controllo della pressione del gas, limitatamente agli schemi impiantistici e per una pressione di valle ≤ 0,07 bar.
Il progetto specifica: i requisiti funzionali e di costruzione, le procedure di collaudo, i criteri di accettazione, l’etichettatura e la documentazione relativi ai dispositivi di controllo della pressione utilizzati per alimentare una rete di distribuzione o direttamente le utenze domestiche o similari.

I due progetti rimarranno nella fase dell’inchiesta pubblica finale sino a lunedì 13 giugno: tutti gli interessati ne possono consultare i testi integrali e inviare i propri commenti utilizzando l’apposito modulo online (NORMAZIONE > UNI: inchiesta pubblica finale).

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.