Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

A seguito dell'approvazione unanime da parte del CEN/TC 428 del quadro europeo delle competenze informatiche e digitali "e-Competence Framework", l'e-CF è stato pubblicato oggi come EN 16234-1 e - poiché ogni norma europea deve essere adottata da tutti gli organismi di normazione nazionali membri del CEN - diverrà quanto prima (al massimo entro sei mesi) il riferimento "a norma" in 33 Paesi europei.

fabio massimoSecondo Fabio Massimo – presidente del CEN/TC 428 "e-competences and ICT Professionalism" – "lo sviluppo di questo nuovo standard fu intrapreso dal CEN su richiesta e con il supporto della Commissione Europea con l'obiettivo di fornire uno strumento comune e condiviso - per riconoscere e organizzare le competenze informatiche e digitali - alle aziende, alle organizzazioni pubbliche e private e al mondo della formazione per analizzare necessità e carenze di conoscenze, per organizzare la formazione di corsi, per le assunzioni, il riconoscimento o la certificazione delle competenze. Prima dell'e-CF non esisteva un metodo comune per definire, classificare o semplicemente esprimere le conoscenze e le abilità nei settori scientifici e industriali rappresentati nel settore delle Information and Communication Technologies. Questo è un importante successo anche per il 'Sistema Italia' che per primo ha adottato l'e-CF come norma nazionale (UNI 11506) e ne ha promosso l'adozione a livello Europeo guidando i lavori del CEN/TC 428".

scanoA proposito del lavoro svolto a livello nazionale, Roberto Scano – presidente della commissione UNINFO "Attività professionali non regolamentate - Figure professionali operanti nel settore ICT" - ritiene che "ancora una volta l’Italia ha anticipato gli altri Paesi europei normando lo schema per la definizione di profili professionali ICT assieme a una serie di profili professionali, in recepimento del CEN CWA 16458. Grazie alla normazione nazionale è stato quindi possibile fornire un modello di riferimento (UNI 11621-1) e la normazione di 23 profili ICT europei (UNI 11621-2), nonché l’avvio di una normazione verticale per specifici settori che attualmente comprende 25 profili professionali per il web (UNI 11621-3) e 12 profili professionali per la sicurezza in ambito ICT (UNI 11621-4). Anche queste norme sono state recentemente presentate dalla delegazione italiana al comitato tecnico CEN/TC 428 (lo stesso che ha normato a livello europeo il framework e-CF 3.0)".

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.