Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

L'azione del mettere in bocca è una componente importante per lo sviluppo dell'infanzia. Il succhiare al seno o al biberon fornisce i nutrienti essenziali alla vita mentre il gesto di mettere in bocca un dito, una coperta, un giocattolo o un qualunque oggetto permette ai bambini di esplorare e indagare il loro ambiente. È la prima forma di apprendimento con la quale i bambini iniziano a riconoscere gli oggetti e a distinguerli come separati da sé, a riconoscerne la texture, la temperatura, la forma.

 Si trova in questi giorni in inchiesta preliminare un progetto sui giocattoli, di interesse della Commissione Sicurezza, che recepisce il rapporto tecnico europeo CEN/TR 16918:2015 “Sicurezza dei giocattoli - Attitudine dei bambini a portare alla bocca i giocattoli con i quali interagiscono”.

Il progetto UNI1601662 riporta i risultati di uno studio europeo sull’attitudine dei bambini a portare alla bocca i giocattoli con i quali interagiscono. Esso fornisce dati statistici sulla durata e la frequenza con cui i bambini di età inferiore ai 36 mesi introducono giocattoli in bocca e i dati sul tempo stimato che bambini sotto i 36 mesi trascorrono mettendosi in bocca giocattoli ogni giorno.

Fornisce inoltre:

  • dati di letteratura focalizzati sulla tendenza dei bambini a portare oggetti alla bocca, riportando le metodologie usate e i risultati significativi;
  • la progettazione e metodologia dello studio (o della ricerca);
  • i dati sul campione di bambini e di giocattoli presi in considerazione;
  • i moduli utilizzati per la raccolta dei dati.

Lo studio sull'attitudine dei bambini a portare alla bocca i giocattoli con i quali interagiscono è finalizzato alla valutazione dei rischi connessi a tale azione. Infatti, qualunque oggetto inserito in bocca costituisce un potenziale pericolo meccanico di soffocamento o di ingestione, ma costituisce anche una potenziale esposizione a sostante chimiche.

L’inchiesta pubblica preliminare è in corso. C’è tempo sino al 12 aprile 2016 per inviare i propri commenti (>> vai alla banca dati online).

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.