Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Sono sei i progetti di interesse della Commissione Tecnologie nucleari e radioprotezione, adozioni di norme internazionali ISO, entrati nella fase dell’inchiesta pubblica preliminare. Sino al 14 marzo 2016 sarà possibile inviare commenti ai progetti dalla pagina del sito web dedicata (>> vai alla banca dati).

La Commissione Internazionale di Protezione Radiologica (ICRP), la Comunità europea e la legislazione nazionale considerano l’esposizione alle sorgenti naturali, raggi cosmici inclusi, esposizioni lavorative. I metodi dosimetrici e di calibrazione raccomandati dalla ISO 20785-2:2011 assicurano l’omogeneità e la qualità delle misure effettuate e della conseguente qualità e accuratezza delle valutazioni dosimetriche. Rappresenta l’adozione della norma ISO citata il progetto UNI1601538 “Dosimetria per l'esposizione ai raggi cosmici nell'aviazione civile”.

Per misurare la radioattività, le parti 1, 2 e 3 della ISO 7503 del 2016 (progetti UNI1601550, UNI1601551 e UNI1601552) trattano la misura e la valutazione della contaminazione superficiale. La necessità è quella di poter utilizzare in Italia – dove le tecniche descritte sono ampiamente in uso – una norma tecnicamente aggiornata alle più recenti metodiche, condivisa fra esperti internazionali. I tre progetti sostituiscono le parti 1, 2 e 3 della UNI ISO 7503:2010.

Il progetto UNI1601553 “Sistemi dosimetrici passivi per neutroni” (adozione ISO 21909-1:2015) fornisce i requisiti prestazionali e i test di verifica per determinare l’accettabilità dei sistemi dosimetrici per neutron; la norma descrive in modo dettagliato le varie tecniche di misura passive per la dosimetria personale e i requisiti tecnici di prova. L'obiettivo è utilizzare una norma condivisa a livello internazionale - in assenza di una norma nazionale - per una omogeneizzazione delle terminologie, un approfondimento tecnico da parte degli addetti ai lavori e  una maggiore armonizzazione delle tecniche impiegate in Italia.

L’ultimo progetto UNI1601557 “Fasci di radiazione di riferimento per radioprotezione” (adozione ISO 29661:2012/Amd 1:2015) definisce i termini e i concetti fondamentali per la taratura dei dosimetri e la strumentazione per la dosimetria di radioprotezione per esposizione esterna, in particolare fasci di radiazione beta, neutroni e fotoni. La norma definisce le grandezze oggetto di misura dei dosimetri e misuratori di ratei di dose per radioprotezione e fornisce raccomandazioni per l’implementazione di tali grandezze. Chiarisce inoltre una serie di termini, grandezze e concetti fondamentali nelle procedure di taratura di dosimetri e monitori di ratei di dose, che oltre a uniformare le procedure nei laboratori di taratura possono fornire indicazioni ai produttori e agli utilizzatori di dosiumetri.

Tutti i progetti sono di interesse della SC 2 “Protezione dalle radiazioni”.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.