Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

È in corso di elaborazione dall’ISO/TC 163 e dall’ISO/TC 205 il progetto di norma ISO/DIS 17772-1 “Energy performance of buildings - Indoor environmental quality - Part 1: Indoor environmental input parameters for the design and assessment of energy performance of buildings”. Revisione della EN 15251, il documento ha terminato l’inchiesta in data 19 febbraio 2016.

Il progetto di norma non prescrive metodi di progettazione ma indica i parametri ambientali di input per la progettazione di edifici per quanto concerne: gli aspetti termici (climatizzazione invernale e estiva), la qualità dell’aria interna (ventilazione), l’illuminazione (sistemi illuminanti) e l’acustica. È applicabile quando i criteri relativi agli ambienti interni sono determinati dall’occupazione umana e non si hanno ricadute consistenti sulla qualità dell’ambiente interno dovuti ai processi in essere. Il documento specifica:

  • come stabilire i parametri ambientali di input per la progettazione del sistema edificio e la verifica della prestazione energetica;
  • i criteri di progettazione che tengono conto dei fattori termici di discomfort (asimmetria della temperatura radiante, variazione verticale della distribuzione della temperatura dell’aria, temperatura superficiale del pavimento, eventuale presenza di infiltrazioni di aria);
  • i profili di occupazione (schedules) da utilizzare nei calcoli standard dell’energia;
  • i criteri di calcolo per la progettazione basati su norme tecniche già esistenti.

I criteri termici (PMV-PPD - predicted mean vote-predicted percentage of dissatisfied - o progetto della temperatura operativa interna invernale e estiva) sono utilizzati come dati di input per la determinazione dei carichi termici di riscaldamento e raffrescamento e per il dimensionamento degli impianti. La futura norma fornisce quindi valori di riferimento per il calcolo dei fabbisogni di energia, secondo il prEN ISO 52016-1 “Energy performance of buildings - Calculation of the energy needs for heating and cooling, internal temperatures and heating and cooling load in a building or building zone - Part 1: Calculation procedures (ISO/DIS 52016-1:2015)”, quando lo spazio è occupato.

Il progetto fornisce valori di input raccomandati per le seguenti categorie di aspettative degli utenti e locali:

  • Livello 1: livello di aspettativa alta per aumentare l’accessibilità, spazi occupati da persone molto sensibili e fragili, soggetti disabili, malati, bambini e persone anziane;
  • Livello 2: livello di aspettativa normale;
  • Livello 3: livello di aspettativa moderato;
  • Livello 4: livello di aspettativa basso (categoria è ammissibile soltanto per una parte limitata dell’anno).

In riferimento alle varie categorie citate, il documento fornisce, attraverso appendici informative, valori di calcolo raccomandati per la progettazione da utilizzarsi nei casi in cui non siano già disponibili apposite norme nazionali. Il progetto di norma ISO/DIS 17772-1 è consultabile sul sito CTI.

 Giovanni Murano
CTI – Comitato Termotecnico Italiano
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Articolo pubblicato sulla rivista mensile "Energia e Dintorni. Il CTI informa" di gennaio 2016.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.