Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

La recente pubblicazione della nuova UNI EN ISO 9001:2015 stimola tutte le organizzazioni a pianificare il proprio futuro in un’ottica di miglioramento, basato sulla valutazione e sulla gestione dei rischi ai quali l’organizzazione stessa deve fare fronte.

Nel settore delle costruzioni, i rischi sono di diversa natura e rilevanza. Quelli più scontati, da sempre considerati come sfide quotidiane, sono i rischi tecnici ed economici - sicurezza inclusa - correlati ai singoli cantieri e alle singole commesse. Meno scontati, ma più rilevanti, sono i rischi reputazionali e penali, riconducibili all’organizzazione nel suo complesso e al modo di relazionarsi con il mercato.

Il convegno “La gestione del rischio nel settore costruzioni come strumento per tempi e costi certi” (Roma, 3 marzo 2016), organizzato dal Settore Costruzioni di AICQ con il supporto del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, intende contribuire allo sviluppo di una mentalità orientata alla gestione di tutti i rischi che possono condizionare il successo di una organizzazione e la sua stessa permanenza sul mercato. Tra i patrocinatori: UNI, Consiglio Nazionale degli Ingegneri, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma e Accredia (l’Ente italiano di Accreditamento).

L’apertura dei lavori vedrà, tra gli altri, un intervento del presidente UNI Piero Torretta.
Nel corso dell’incontro Nicola Gigante, coordinatore del GL 2 UNI “Sistemi di Gestione per la Qualità”, interverrà in qualità di relatore sul tema “La nuova UNI EN ISO 9001:2015 – Risk based thinking”.

Locandina

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.