Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Dalla lettura del Programma di Normazione Nazionale aggiornato a gennaio 2016 (contenente l’elenco delle norme nazionali, delle specifiche tecniche e dei rapporti tecnici in fase di elaborazione presso il “Sistema UNI”), emerge che sono 19 i progetti allo studio nelle 7 commissioni tecniche competenti. Questi gli argomenti:

Additivi riduttori di ritiro del calcestruzzo (SRA) - Definizione, requisiti e metodo di prova (U96000420).
La norma specifica definizione, requisiti e metodo di prova degli additivi riduttori di ritiro del calcestruzzo (SRA).

Linea guida per la definizione di requisiti tecnico-funzionali della segnaletica verticale (permanente) in applicazione alla UNI EN 12899-1:2008 (U71012300).
Questa linea guida è redatta al fine di mettere gli Enti gestori delle strade in condizioni di poter redigere un capitolato (tecnico) per la sezione della segnaletica verticale nel rispetto delle norme e per permettere l’applicazione delle norme stesse nel rispetto del Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada, dei decreti applicativi, delle circolari e nella recente normativa UNI e UNI EN in materia di sicurezza stradale.

Linea guida per la definizione dei requisiti tecnico-funzionali della segnaletica orizzontale (U71012490).
La Linea Guida prende spunto dalla necessità di inquadrare in un unico documento le norme tecniche italiane ed europee, che trattano le prestazioni della segnaletica orizzontale, attualmente vigenti, che sono contenute o potranno essere inserite, insieme alle prescrizioni derivanti da norme cogenti, nei Capitolati Speciali d’Appalto, nell’ambito degli appalti pubblici di lavori di cui costituiscono la disciplina di dettaglio e tecnica. Il documento è sviluppato anche al fine di fornire a chiunque convolto in lavori di segnaletica orizzontale uno strumento di lavoro semplice, contenente le informazioni tecniche adeguate per conoscere i prodotti presenti sul mercato, comprendere come costituiti e capire quali prestazioni possono dare.

Gestione e riutilizzo del conglomerato bituminoso proveniente dalla demolizione di pavimentazioni stradali (U71022530).
Questa futura specifica tecnica ha lo scopo di caratterizzare il conglomerato bituminoso proveniente dalla demolizione di pavimentazioni stradali al fine di incentivarne il riutilizzo nella medesima filiera produttiva in conformità alle prescrizioni in materia di tutela ambientale, assicurando le prestazioni tecniche dei prodotti. Essa completa le norme della serie UNI EN 13108. La gestione del conglomerato bituminoso mediante operazioni di trattamento a smaltimento finale in discarica non è considerata nel documento.

Modifiche ad ascensori elettrici installati in conformità alla Direttiva 95/16/CE e alla UNI EN 81-1 (U85000513).
La norma contiene i criteri di buona tecnica per la modifica o la sostituzione di parti di ascensori rispondenti alla Direttiva 95/16/CE.

Modifiche ad ascensori idraulici installati in conformità alla Direttiva 95/16/CE e alla UNI 81-2 (U85000514).
La norma contiene i criteri di buona tecnica per la modifica o la sostituzione di parti di ascensori idraulici rispondenti alla Direttiva 95/16/CE.

Modifiche a scale e marciapiedi mobili esistenti (U85000630).
La futura norma contiene i criteri di buona tecnica per la modifica o la sostituzione di parti di scale e marciapiedi mobili esistenti.

Elementi di protezione e caratteristiche di sicurezza per gli utilizzatori dello spazio di attività in ambito sportivo e ricreativo (U61003280).
Definisce i requisiti generali di sicurezza, di prestazione e di durabilità delle attrezzature e degli elementi fissi e amovibili, presenti nell’intera area accessibile di superfici (pubbliche e private) destinate all’impiego sportivo e ricreativo.

Installazioni per gli spettatori - Sedute - Caratteristiche di prodotto - Spiegazione di alcuni punti della UNI EN 13200-4 (U61003340).
Il rapporto tecnico riprende alcuni punti della UNI EN 13200-4 e li confronta con le norme nazionali UNI 9931 e UNI 9939 ritirate, al fine di chiarire alcune differenze tecniche e applicative individuate.

Coperture per piscine - Strutture rigide e/o semirigide per il settore pubblico e privato - Requisiti e metodi di prova (U61003170).
La norma fornisce una classificazione delle coperture per piscine progettate per coprire lo specchio d’acqua della vasca, galleggianti o leggermente sospese al di sopra della superficie. Essa definisce i requisiti energetici e di sicurezza e i relativi metodi di prova.

Linee guida per il monitoraggio delle strutture (U73002810).
Questo futuro Rapporto Tecnico intende definire delle linee guida per il monitoraggio delle strutture, individuando i criteri di progettazione dei sistemi di monitoraggio, le metodologie di identificazione dello stato delle strutture sulla base di classi e tipologie strutturali per le quali si raccomanda l'impiego dei sistemi di monitoraggio strutturale. Il documento individua inoltre le caratteristiche e i requisiti dei componenti logici del sistema e le metodologie di rilevamento e di analisi dei dati, oltre alle metodologie di identificazione del danneggiamento e del degrado dei materiali.

Scaffalature metalliche industriali - Scaffalature statiche in acciaio - Requisiti per il trattamento dei componenti danneggiati (U73032850).
La norma specifica i requisiti per la riparazione e la sostituzione di elementi di scaffalature di acciaio statiche, mantenendo il livello di sicurezza e i criteri di classificazione del danno degli elementi.

Legno strutturale - Classificazione a vista dei legnami secondo la resistenza meccanica - Parte 2: Regole per la classificazione a vista secondo la resistenza meccanica e valori caratteristici per tipi di legname strutturale (U40006592).
La norma specifica le regole da adottare per effettuare la classificazione a vista secondo la resistenza del legname strutturale.

Coperture - Sistemi di raccolta e smaltimento delle acque meteoriche - Istruzioni per la progettazione e l'esecuzione con elementi discontinui (U87007560).
Questa norma definisce i criteri di progettazione ed esecuzione dei sistemi di scarico delle acque meteoriche dalle coperture degli edifici e le caratteristiche dei prodotti e dei materiali da usare. Vengono altresì fornite indicazioni sulla manutenzione e sul collaudo del sistema.

Edilizia e opere di ingegneria civile - Criteri di codificazione di opere e prodotti da costruzione, attività e risorse - Parte 1: Identificazione, descrizione e interoperabilità (U87007271).
La norma stabilisce i criteri d’indirizzo per l’identificazione e la descrizione di opere - in termini di edifici e opere d’ingegneria civile -, attività, in termini di lavori, forniture e servizi, come aggregazione organizzata di una o più risorse e risorse, in termini di uomini, attrezzature e prodotti, come fattori della produzione. La norma uniforma i principi attraverso i quali è possibile riconoscere in modo univoco un qualsiasi soggetto, oggetto, o azione della filiera delle costruzioni, comprendendone la natura e le specifiche caratteristiche, attraverso una “informazione” che sia normalizzata nella sua strutturazione, condivisa nei contenuti e interoperabile nel formato. Si applica alle costruzioni nuove, quelle esistenti, nonché l’ambiente, con particolare riferimento alla progettazione, alla produzione e agli interventi di costruzione, manutenzione, restauro, risanamento conservativo, recupero, ristrutturazione, demolizione e modifica in genere.

Edilizia e opere di ingegneria civile - Criteri di codificazione di opere e prodotti da costruzioni, attività e risorse - Parte 4: Livelli di dettaglio e livelli di sviluppo e definizione delle informazioni (U87007274).
La specifica tecnica definisce, con riferimento al metodo BIM nel settore delle costruzioni, i livelli di dettaglio delle informazioni geometriche e alfanumeriche e i livelli di sviluppo e definizione informativa nel processo decisionale, esecutivo e gestionale. Il suo campo di applicazione riguarda l’intera opera e le sue parti.

Piastrellature ceramiche a pavimento e a parete - Parte 1: Istruzioni per la progettazione, l'installazione e la manutenzione (U87007701).
La norma definisce la qualità e le prestazioni di una piastrellatura ceramica, fornisce regole e istruzioni da osservare nella scelta dei materiali, nella progettazione, nell'installazione e nell'impiego e manutenzione, e specifica soluzioni conformi tipiche, tali da assicurare il raggiungimento e il mantenimento nel tempo dei livelli richiesti di qualità e prestazione. Si applica alle piastrellature ceramiche a pavimento e a parete, interne ed esterne, installate principalmente con adesivi ma anche con malta cementizia o altri sistemi.

Piastrellature ceramiche a pavimento e a parete - Parte 2: Requisiti di conoscenza, abilità e competenza per posatori di piastrellature ceramiche a pavimento e a parete (U87007702).
Questa norma definisce la figura del posatore di piastrellature ceramiche a pavimento e a parete, delineandone i requisiti fondamentali, l’insieme di conoscenze, abilità e competenze che nell’ambito della filiera delle costruzioni possano distinguere e caratterizzare il posatore professionale nei rapporti verso committenti pubblici e privati, imprese, progettisti, prescrittori, ecc.

Istruzioni complementari per l'applicazione della marcatura CE sulle pietre naturali (U87008190).
La norma contiene le istruzioni complementari per l'applicazione della marcatura CE sulle pietre naturali.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.