Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

sicurezzasci febbraio2016 copertinaAnche se quest’anno la neve si fa desiderare, gli appassionati degli sport invernali non demordono e iniziano a preparare le attrezzature necessarie per affrontare la tanto agognata settimana bianca. Non devono però dimenticare di portare con sé anche l’ultima edizione della Guida UNI “Neve in pista… casco in testa. Comportamento, segnaletica e attrezzature” con i consigli per sciare in sicurezza.

La guida – che è disponibile e liberamente scaricabile dalla sezione CHI SIAMO > Sala stampa > Documenti e brochure - affronta tutti gli aspetti legati alla sicurezza: dalla corretta segnaletica che i gestori devono apporre sulle piste, alle caratteristiche dei caschi da sci, dalle attrezzature a norma (occhialoni, scarponi, attacchi, racchette da neve e paraschiena) al comportamento corretto e responsabile che gli sciatori devono tenere in pista.

Un nuovo capitolo è dedicato alla sicurezza degli impianti di risalita a fune, in particolare al nuovo Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del 1.12.2015 che – grazie livello di sicurezza raggiunto dagli impianti di risalita - abolisce il limite di “vita tecnica” degli impianti adeguandosi alle normative in vigore a livello europeo.

sci02Senza dimenticare i consigli dell’Associazione Skiman per la preparazione e la manutenzione delle attrezzature da sci. “Infatti -come spiega il presidente Dino Palmi - lo sci deve essere preparato per permettere allo sciatore di muoversi in sicurezza garantendogli divertimento e prestazioni adeguate”.

Ricordiamo che a livello italiano esiste la legge 363 del 2003 che richiama proprio l’attenzione su come prevenire i rischi di incidenti, anche gravi, sulle piste. In primis, il comportamento corretto e responsabile dello sciatore, la predisposizione di una chiara segnaletica da apporre nelle aree sciabili attrezzate e l’uso obbligatorio del casco per i minori di 14 anni. Come spesso accade il legislatore, allo scopo di garantire l’efficacia della legge, ha chiesto la collaborazione dell’UNI per definire le norme tecniche relative alla segnaletica delle nevi e alle caratteristiche del casco di protezione obbligatorio per gli “under 14”.

sci01Dal 2 marzo 2006 un Decreto del Ministero della Salute stabilisce infatti che i caschi protettivi - che i ragazzi al di sotto dei 14 anni di età devono obbligatoriamente indossare durante la pratica dello sci alpino e dello snowboard - sono quelli conformi alla norma tecnica UNI EN 1077.

Ma ci sono molte altre norme tecniche che definiscono le caratteristiche di qualità e sicurezza delle attrezzature da sci.

La norma sulle maschere da sci, ad esempio, stabilisce che devono essere prive di bordi taglienti e progettate in modo che non possa penetrarvi né l’acqua né la neve, devono permettere il necessario ricambio d’aria per non appannarsi, essere sottoposte a prove di resistenza all’urto e composte da materiali atossici e anallergici. La norma sugli scarponi stabilisce le caratteristiche della punta e del tacco (dimensioni, spessore, raggio di curvatura ecc.) affinché si incastrino perfettamente con gli attacchi. La norma sui paraschiena, che contiene i requisiti prestazionali e i metodi di prova cui vanno sottoposti questi dispositivi di protezione che sempre più spesso vengono utilizzati da sciatori e snowboarder per proteggersi in caso di cadute o di eventuali impatti.

catene segnaletica01Infine, se la sicurezza sulle piste da sci è importante, la sicurezza sulle strade, soprattutto in caso di neve e maltempo, lo è altrettanto. Per questo motivo nella guida UNI è possibile trovare consigli e informazioni utili sulle catene da neve.

Non rischiamo di rovinarci la settimana bianca o la gita sulla neve, magari ammaccando il paraurti della nostra auto, perché non abbiamo le catene da neve e i soli pneumatici non garantiscono sicurezza su strade innevate. Dimentichiamoci le vecchie immagini delle catene da neve ingarbugliate e difficili da montare, oggi la tecnologia le rende intuitive, facili da montare oltre che estremamente sicure”, afferma Marco Arrigoni Neri, presidente Assocatene/ANIMA. “Per garantire massima sicurezza di guida per sé e per i viaggiatori il Codice della Strada obbliga a circolare con una catena conforme alla norma tecnica UNI 11313 (o equivalente europea), pertanto durante l’acquisto si raccomanda di verificare la presenza del marchio di conformità UNI o Ö-norm".

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.