Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

incidente stradaleIn caso di incidenti gravi, pochi secondi possono fare la differenza tra la vita e la morte, tra un pieno recupero o una disabilità permanente. Le squadre di soccorso di emergenza devono poter agire immediatamente. Grazie a una nuova norma internazionale - la ISO 17840-1 “Road vehicles - Information for first and second responders - Part 1: Rescue sheet for passenger cars and light commercial vehicles” - i soccorritori potranno rimuovere gli occupanti del veicolo più velocemente e nel modo più sicuro possibile.

Questa prima parte della norma (ne sono previste altre), intende sostenere il lavoro delle squadre di soccorso di emergenza, di primo intervento, a bordo dei veicoli leggeri. Essa definisce il contenuto e il layout del foglio di salvataggio utilizzato dalle squadre di soccorso per determinare la migliore soluzione per liberare i passeggeri feriti sulla base del tipo di vettura, marca, modello, anno di fabbricazione.

Secondo Céline Adalian, project leader della nuova norma, le performances delle squadre di soccorso e la ISO 17840-1:2015 influiranno direttamente sugli interventi in caso di incidente. “Ogni secondo è importante quando in gioco è la vita umana” spiega Adalian. “Visto il poco tempo a disposizione dei soccorritori, il foglio di salvataggio può rendere le informazioni relative al veicolo facilmente accessibili e garantire così un’operazione di salvataggio rapida e sicura”.

I pittogrammi e il formato dei fogli di salvataggio normalizzati secondo la ISO 17840-1 forniscono ai fabbricanti degli strumenti per indicare dove sono posizionati i componenti del veicolo, che i soccorritori dovranno considerare nel processo di salvataggio. Esempi di questi componenti sono: airbag e altri sistemi di ritenuta; sensori e unità di controllo sensibili al taglio; serbatoi di carburante e di gas e valvole di intercettazione; fonti di energia elettrica ad alta tensione, cavi e interruttori; zone ad alta resistenza che non possono essere tagliate con strumenti ordinari.

La ISO 17840-1, elaborata dal comitato tecnico ISO/TC 22 “Road vehicles”, è applicabile alle informazioni di soccorso sia in formato cartaceo che elettronico.

Future parti della norma - ancora in preparazione – porteranno: all’estensione del foglio di salvataggio ai veicoli commerciali pesanti e agli autobus; a un modello con informazioni più approfondite per un intervento di emergenza (Emergency Response Guide); all’identificazione del carburante o dell’energia di propulsione.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.