Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Sono otto i progetti di norma di interesse della Commissione Mobili che si trovano nella fondamentale fase dell’inchiesta pubblica preliminare: sino alla data di fine inchiesta, il 15 dicembre 2015, chiunque fosse interessato può inviare i propri commenti (>> vai alla banca dati online).

Tre riguardano l’ambiente lavorativo “ufficio”: il primo, U41002700 “Sedute da lavoro - Caratteristiche costruttive, requisiti e metodi di prova”, sostituisce la UNI 10814:2004. Gli altri due costituiscono una guida per la stesura di capitolati tecnici per la fornitura di mobili per ufficio (scrivanie, tavoli, mobili contenitori e schermi) e di sedute per ufficio: i riferimenti sono U41002730 “Mobili per ufficio - Capitolato tecnico tipo per la fornitura di scrivanie e tavoli da ufficio, mobili contenitori e schermi per ufficio” e U41002760 “Mobili per ufficio - Capitolato tecnico tipo per la fornitura di sedute per ufficio”.

Per venire incontro alle persone con disabilità e in assenza di riferimenti normativi condivisi specifici per l’arredo, la Commissione presenta il progetto U41002710 “Mobili - Progettazione di arredi che tenga conto delle esigenze di persone condisabilità – Linee guida”.

“Mobili - Requisiti per la determinazione dell'origine dei mobili” è il titolo del progetto U41002720 che specifica gli aspetti per effettuare le dichiarazioni di origine di un paese nel campo della produzione. Esso offre la possibilità di supportare le suddette dichiarazioni mediante la rispondenza a requisiti verificabili (International non preferential rules of origin). La necessità è quella di utilizzare uno strumento normativo per meglio evidenziare la provenienza dei mobili di produzione nazionale.

Il progetto U41002750 “Mobili contenitori domestici - Requisiti di resistenza e durata” intende rappresentare il riferimento normativo per le prestazioni dei mobili contenitori domestici, inclusi quelli per cucina e bagno.

Sostituisce la UNI 4856:2009 aggiornando i riferimenti normativi il progetto U41002740 “Mobili per collettività - Arredo per istituzioni scolastiche - Cattedra e sedia per insegnanti - Requisiti di stabilità, resistenza e durabilità” che riguarda anche i metodi di prova per questa tipologia di arredi.

L’ultimo progetto definisce i requisiti e i metodi di prova per le panchine fisse e amovibili per arredo urbano, indipendentemente dalla loro forma e dai tipi di materiali utilizzati per la loro costruzione, in condizioni normali d'uso. Il progetto U41002770 “Panchine - Requisiti di sicurezza e metodi di prova” sostituisce la norma UNI 11306 del 2009.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.