Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

pulire ambienteI rischi legati all’uso di sostanze pericolose e di sostanze chimiche nei prodotti, dannose per l’ambiente e per la salute soprattutto dei bambini, sono temi che CEN e CENELEC considerano molto importanti e in linea con il 7° Environment Action Programme (EAP) che sta guidando le politiche ambientali europee fino al 2020 e oltre.
L’EAP afferma che il ciclo di sviluppo di materiali non tossici e di altri materiali sostenibili dovrebbe essere supportata da azioni a lungo termine con l’obiettivo di raggiungere un ambiente privo di tossicità.

Recentemente i due Enti europei hanno sviluppato una proposta relativamente a questi obiettivi: l’elaborazione di una ‘roadmap’ della normazione UE in materia di misurazione e indicazione delle sostanze regolamentate, con l’intento di integrare e sostenere in modo coerente la legislazione sulle sostanze preoccupanti contenute nei prodotti.
Le norme da sviluppare hanno lo scopo di migliorare la comunicazione all’interno della catena di approvvigionamento, analizzando e caratterizzando i metodi per determinare le sostanze contenute nei prodotti.

Nel gennaio 2015 il Comitato europeo di normazione ha anche lanciato un progetto, supportato dalla Commissione Europea, per affrontare il problema delle sostanze chimiche pericolose nelle norme di prodotto. L’obiettivo è quello di fornire un supporto “su misura” ai Comitati tecnici al fine di garantire che le norme di prodotto sul mercato siano conformi alla legislazione sulle sostanze chimiche e contribuiscano a ridurre al minimo l’impatto dei prodotti chimici sulla salute e sull’ambiente. Le previsioni per il completamento del progetto portano al 2017.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.