Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

caccia2Nel mese di settembre in molte regioni italiane è stata inaugurata la stagione della caccia che nel nostro Paese conta alcune centinaia di migliaia di appassionati.
Per affrontare questa attività all’aria aperta in tutta sicurezza è importante disporre di attrezzature e indumenti in grado di fornire una significativa protezione contro gli spari accidentali con fucili caricati con cartucce da caccia a munizione spezzata (i cosiddetti “pallini”). La moderna tecnologia tessile permette infatti - attraverso l’utilizzo di fibre ad altissima tenacità - di realizzare giacche, corpetti, gilet e pantaloni con tali caratteristiche.

A questo proposito UNI ha sviluppato un progetto - che sarà pubblicato entro il mese di ottobre come norma tecnica UNI - che specifica i requisiti generali di prestazione e i metodi di prova per gli indumenti di protezione per attività venatoria.
Questi indumenti possono infatti costituire un buon dispositivo di protezione individuale in grado di migliorare la visibilità dei soggetti che li indossano (riducendo così il rischio di essere colpiti accidentalmente perché non visti) e di costituire una buona protezione balistica nei confronti dei fucili da caccia al fine di ridurre i rischi legati alle eventuali ferite.

Per quanto riguarda la visibilità la norma prevede che determinate parti degli indumenti siano realizzate con colori fluorescenti mentre per quanto riguarda la protezione balistica la norma specifica gli strati strutturali resistenti che vengono apposti per conferire all’indumento la protezione contro gli spari accidentali.
Va detto che per quanto riguarda la visibilità degli indumenti la norma considera esclusivamente quella diurna in quanto la caccia notturna non è permessa.

La norma fornisce inoltre i requisiti relativi alla marcatura, all’imballaggio, alle informazioni per l’uso e la manutenzione. Tra queste, ad esempio: l'indirizzo completo del fabbricante, le informazioni sui vari livelli di prestazione disponibili e su come selezionare un indumento che offre il livello di protezione più idoneo alle proprie necessità, le avvertenze su qualunque uso improprio che potrebbe compromettere il grado di protezione degli indumenti, la durata di vita prevista per l'indumento.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.