Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

I decreti legislativi 28/2011 e 102/2014 richiamano l’attenzione sulla necessità di abilitare, formare e qualificare opportunamente gli operatori che operano sugli impianti a fonte rinnovabile e/o sugli impianti connessi con il miglioramento dell’efficienza energetica. In questo contesto, anche al fine di definire i requisiti minimi di qualificazione a cui deve puntare il sistema di formazione richiesto dai decreti citati, in collaborazione con ENEA si è ritenuto necessario sviluppare una serie di norme in materia.

In tale contesto, due nuovi progetti di norma proposti dal CTI - future specifiche tecniche - entrano nella fase dell’inchiesta pubblica preliminare UNI: il primo “Attività professionali non regolamentate - Figure professionali che eseguono l’installazione, la manutenzione e la pulizia degli impianti termici a legna o altri biocombustibili solidi comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” (E0206F320) definisce i requisiti di qualificazione relativi all’attività professionale di coloro che operano sui generatori di calore e sugli impianti termici a biomassa, comprese le opere di evacuazione dei prodotti della combustione: il progetto riguarda in particolare le operazioni di installazione, manutenzione e pulizia. La competenza è della Commissione tecnica 257 “Stufe, caminetti e barbecue ad aria e acqua (con o senza caldaia incorporata)”.
Il secondo progetto E0206F300 “Attività professionali non regolamentate - Figure professionali che eseguono l’installazione e la manutenzione dei sistemi BACS (Building Automation Control System) - Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” è invece seguito dalla CT 272 “Sistemi di automazione e controllo per la gestione dell'energia e del comfort”.
Le norme che si intendono sviluppare hanno lo scopo di definire una base dei requisiti professionali utile per impostare l’attività di formazione e di qualificazione dei soggetti interessati. Questo permetterà una crescita qualitativa dell’offerta in ambito nazionale e internazionale grazie all’approccio utilizzato in linea con il sistema europeo EQF.

La produzione e l’utilizzo per usi energetici di sottoprodotti della lavorazione dell’uva e di oli e grassi vegetali e animali è una realtà del mercato nazionale. Altri due progetti di interesse del Comitato Termotecnico Italiano costituiscono le revisioni delle UNI/TS 11459:2012 e UNI/TS 11163:2009 e sono destinate alla pubblicazione come norme tecniche.
Il progetto E0209F260 “Biocombustibili solidi - Sottoprodotti del processo di lavorazione dell'uva per usi energetici - Classificazione e specifiche”, di competenza della CT 282 CTI “Biocombustibili solidi”, intende definire la classificazione e le specifiche dei sottoprodotti ottenuti dal processo di lavorazione dell’uva per usi energetici.
Interessa invece la CT 285 CTI “Bioliquidi per uso energetico” il progetto E0209F270 “Biocombustibili Liquidi - Oli e grassi animali e vegetali, loro intermedi e derivati - Classificazione e specifiche ai fini dell'impiego energetico”, che ha lo scopo di definire classificazione e specifiche degli oli e grassi animali e vegetali, dei loro principali intermedi e derivati ai fini del loro utilizzo quali combustibili per la produzione di energia.

Tutti e quattro i progetti sono entrati in data 11 settembre nella fase dell’inchiesta pubblica preliminare: sino al 26 settembre è possibile inviare commenti.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.