Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

Con la pubblicazione della nuova versione della UNI 10351 “Materiali e prodotti per edilizia - Proprietà termoigrometriche - Procedura per la scelta dei valori di progetto” si è formalmente concluso l’iter di revisione della norma, riesaminata dalla Commissione tecnica CT 102 “Isolanti e isolamento - Metodi di calcolo e di prova (UNI/TS 11300-1)”, GL 21 “Proprietà termo-fisiche dei materiali” del CTI.
Si tratta di una norma storica, che costituisce da sempre il principale riferimento per determinare la conducibilità termica dei materiali e quindi per calcolare la trasmittanza termica dei componenti edilizi.

La precedente versione della norma, datata 1994, riprendeva i contenuti della UNI 7357 “Calcolo del fabbisogno termico per il riscaldamento di edifici” e, in particolare, riproponeva i valori della famosa “tabella Pontremoli”, frutto in un lavoro complesso e approfondito ma risalente alla metà degli anni 70. Con il tempo, sono avvenuti sostanziali cambiamenti: alcuni dei dati riportati nel documento, seppur definiti a suo tempo in modo assolutamente rigoroso, non rispecchiavano più i nuovi prodotti introdotti sul mercato; sono state modificate le norme di prova; per molti materiali è entrato in vigore l’obbligo di marcatura CE.

Parallelamente, nel 2008 è stata pubblicata la UNI EN ISO 10456 “Materiali e prodotti per edilizia - Proprietà igrometriche - Valori tabulati di progetto e procedimenti per la determinazione dei valori termici dichiarati e di progetto”, che si affiancava e in parte sovrapponeva alla UNI 10351:1994 e che specificava i metodi per la determinazione dei valori termici dichiarati e di progetto per materiali e prodotti per l’edilizia termicamente omogenei, oltre a contenere valori tabulati di alcune caratteristiche termoigrometriche dei materiali da costruzione.

L’esistenza di entrambe le norme come riferimento per i valori di conduttività termica, di calore specifico e resistenza al passaggio del vapore dei materiali impiegati nell’edilizia ha determinato la necessità di chiarire gli ambiti di applicazione poiché, a fronte di questo nuovo scenario, i progettisti faticavano a districarsi tra lambda dichiarato e lambda di progetto, tra valori tabulati e valori riportati sul certificato di marcatura CE.

La nuova UNI 10351 integra quanto non presente nella UNI EN ISO 10456:2008 e si pone l’obiettivo di precisare i campi di applicazione e fornire un metodo univoco per la scelta dei valori di conduttività termica, resistenza al passaggio del vapore e calore specifico dei materiali da costruzione in base al periodo di posa in opera del materiale stesso. La precedente “tabella Pontremoli” è stata mantenuta come archivio storico per consentire di ricavare le caratteristiche dei materiali isolanti posti in opera prima dell’entrata in vigore dell’obbligo della relativa marcatura CE, mentre per i materiali isolanti di nuova installazione dotati di marcatura CE occorre fare riferimento al lambda dichiarato nella marcatura CE dello specifico prodotto isolante utilizzato.

La norma consente di distinguere i materiali già in opera, per i quali è solitamente difficile reperire dati attendibili, dai materiali di nuova installazione grazie a un prospetto riepilogativo che indica le varie casistiche per la scelta dei valori delle caratteristiche termiche e termoigrometriche per detti materiali e fornisce chiarimenti su correzioni e maggiorazioni da apportare ai parametri termici per le varie tipologie di valutazione. Chiarisce inoltre come ottenere, nei vari casi, il valore di lambda progetto a partire dal valore di lambda dichiarato dal produttore, precisando che le maggiorazioni di cui alla ex tabella Pontremoli sono applicabili solamente ai dati in essa contenuti. Per i materiali dotati di marcatura CE è invece necessario correggere il valore di marcatura seguendo le indicazioni della UNI EN ISO 10456 per tener conto delle condizioni di umidità e temperatura effettive dell’applicazione reale. Qualora l’insieme delle condizioni di prova per i valori dichiarati può essere considerato rappresentativo per l’applicazione reale, il valore riportato nella marcatura CE può essere utilizzato direttamente come valore di progetto.

La nuova edizione introduce infine un prospetto che riporta i “Valori indicativi di conduttività termica dichiarata per materiali isolanti marcati CE” che deve essere utilizzato nel caso di materiali isolanti già in opera, soggetti a marcatura CE, di cui non si abbiano informazioni precise e nel caso di materiali di nuova installazione in fase di progettazione preliminare, quando ancora non sia stato individuato il prodotto specifico.

La UNI 10351 fornisce anche alcuni dati in ingresso alle valutazioni energetiche previste dalla specifica tecnica UNI/TS 11300-1.

Giovanni Murano
CTI – Comitato Termotecnico Italiano
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Articolo pubblicato sulla rivista mensile del CTI "Energia e Dintorni. Il CTI informa", del mese di luglio-agosto 2015.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.