Compila i campi per il download gratuito della UNI/PdR richiesta





Si No


Trattamento dei dati personali – informativa ex art.13 DLgs. 196/2003

Ai sensi dell'articolo 13 del DLgs. 196/2003, UNI - titolare del trattamento dei dati, domiciliato in via Sannio 2 - 20137 Milano - informa che i dati richiesti sono raccolti e trattati per finalità di:

- verifica che non vengano violate le norme sul diritto d’autore - informazione e promozione commerciale di prodotti e servizi UNI - indagini di mercato inerenti le attività UNI.

Per quanto riguarda il trattamento dei dati, esso viene effettuato in modo da garantire la sicurezza e riservatezza degli stessi mediante:

- strumenti manuali - strumenti informatici.

Nel caso in cui non venisse accordato il consenso al trattamento dei dati si segnala che verranno meno le prestazioni richieste di cui al punto precedente senza che UNI possa essere tenuto responsabile per il disservizio. Infine, come previsto dall'art. 7 del DLgs. 196/2003, si comunica al conferente dati che è in suo diritto accedere ai propri dati per consultarli, aggiornarli, cancellarli nonché opporsi al loro trattamento per legittimi motivi.

Trattamento dei dati personali – Consenso ex artt. 23,24,25 DLgs. 196/2003

Il sottoscritto, dato atto di avere ricevuto l'informativa prevista all'art. 13 del DLgs. 196/2003 in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali, espressamente garantisce il suo consenso ai sensi degli articoli 23, 24, 25 del summenzionato decreto (inclusivo di raccolta, registrazione, organizzazione, conservazione, elaborazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione, blocco, comunicazione, diffusione, cancellazione, distruzione) secondo i termini della summenzionata informativa e nei limiti ivi indicati, dei propri dati personali acquisiti o che saranno acquisiti in futuro dall'UNI.

X

MENU

A partire dal 16 luglio quattro progetti di interesse dell’Ente federato CTI sono sottoposti all’inchiesta pubblica finale, fase fondamentale del processo di elaborazione delle norme. L'inchiesta terminerà lunedì 14 settembre (consulta la banca dati >>), data entro la quale è possibile inviare commenti.

Il primo documento E0201E812 “Riscaldamento e raffrescamento degli edifici - Dati climatici - Parte 2: Dati di progetto” – che sostituisce la UNI 10349:1994 – fornisce, per il territorio italiano, i dati climatici convenzionali necessari per la progettazione e la verifica delle prestazioni energetiche e termoigrometriche degli edifici. Il progetto specifica i dati da utilizzare nel calcolo del carico termico di progetto estivo/invernale e le condizioni termoigrometriche esterne estive di progetto per gli impianti di climatizzazione. I dati di progetto sono rappresentativi delle condizioni climatiche limite, da utilizzare per il dimensionamento degli impianti tecnici per la climatizzazione estiva e invernale e per valutare il rischio di surriscaldamento estivo.

Il secondo progetto E0209E590 definisce le modalità di classificazione, i requisiti, le regole per l'offerta, l'ordinazione, la costruzione e il collaudo degli impianti per la produzione e l’utilizzo di gas da gassificazione di biomassa combustibile destinati alla produzione in sito di energia elettrica e/o termica. Si applica agli impianti basati esclusivamente sul processo di gassificazione di biomassa combustibile di varia origine (per es. cippato e/o pellet di legno, sansa, residui agricoli e agroindustriali, nocciolino, ecc.). Dal titolo “Impianti per la produzione e l’utilizzo di gas da gassificazione di biomassa combustibile - Classificazione, requisiti, regole per l’offerta, l’ordinazione, la costruzione e il collaudo”, il progetto è da intendersi come documento di riferimento per tutti coloro che sono coinvolti nelprocesso di acquisto e realizzazione di un impianto di gassificazione alimentato con biomassa combustibile.

Gli altri due documenti riguardano le prestazioni energetiche degli edifici.
Il progetto “Prestazioni energetiche degli edifici - Parte 4: Utilizzo di energie rinnovabili e di altri metodi di generazione per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria” (E0206C594), che sostituisce la UNI/TS 11300-4:2012, calcola il fabbisogno di energia per la climatizzazione invernale e la produzione di acqua calda sanitaria nel caso vi siano sottosistemi di generazione che forniscono energia termica utile da energie rinnovabili o con metodi di generazione diversi dalla combustione a fiamma di combustibili fossili (trattata nella UNI/TS 11300-2). Vengono considerati impianti solari termici, generatori a combustione alimentati a biomasse, pompe di calore, impianti fotovoltaici, cogeneratori e sottostazioni di teleriscaldamento. Rispetto all'edizione precedente sono stati modificati: il fattore correttivo del COP in base al fattore di carico CR per pompe di calore a compressione ed azionamento elettrico; il fabbisogno mensile di energia primaria.

Un altro documento fornisce metodi di calcolo per determinare in modo univoco e riproducibile il fabbisogno di energia primaria degli edifici sulla base dell’energia consegnata ed esportata e la quota di energia da fonti rinnovabili. La futura specifica tecnica “Prestazioni energetiche degli edifici - Parte 5: Calcolo dell’energia primaria e dalla quota di energia da fonti rinnovabili” (progetto E02069985), fornisce inoltre precisazioni e metodi di calcolo che riguardano, in particolare: le modalità di valutazione dell’apporto di energia rinnovabile nel bilancio energetico; la valutazione dell’energia elettrica esportata; la definizione delle modalità di compensazione dei fabbisogni con energia elettrica attraverso energia elettrica prodotta da rinnovabili; la valutazione dell’energia elettrica prodotta da unità cogenerative.

Questo sito si serve dei cookie per fornire servizi. Utilizzando questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie. Clicca qui per ulteriori informazioni.